My Blog » 2005 » April

Archivio di April, 2005

incontri con uomini straordinari

Saturday 30 April 2005

scrive oggi emanuele trevi su tuttolibri: “il libro che più mi ha fatto sognare è incontri con uomini straordinari di gurdjieff. lo ritengo, per inciso, l’unico leggibile di questo guru geniale e un po’ cialtrone della cui visione del mondo condivido pochissimo. ma gli “incontri” consistono in una serie di avventure spirituali capaci di generare in chi legge conseguenze imponderabili. la genialità di gurdjieff consiste nel fatto che, mentre ci racconta le sue avventure alla ricerca della verità, quasi fa l’occhiolino, ci invita a non credere totalmente alle sue parole. e queste stesse avventure non conducono mai a qualche risultato.” sottoscrivo completamente, essendo incontri con uomini straordinari, uno dei libri che cerco sempre di far leggere a tutti, senza risultati apprezzabili.

174 Commenti

la poesia, i nomi

Thursday 28 April 2005

io le ho sempre confuse, alda merini e claudia gerini.

5 Commenti

svuotato

Wednesday 27 April 2005

delle volte arrivi a casa la sera e sei, svuotato. allora quando son quelle sere lì che sei, svuotato, non ce la fai neanche a leggere, a scrivere un post decente sul tuo blog, allora ti rifugi nella tecnica, aiuti qualche amico con il sito web, con il template del blog, con i css, con l’html, tutte quelle sigle lì che fan piacere, sentirle, quando torni a casa la sera, svuotato, e meno male che ci son quelle sigle lì con il loro caldo abbraccio, che ti scaldano il cuore in una fredda serata d’aprile.

14 Commenti

i pesci, anche loro, sono un po’ come bodlèr

Tuesday 26 April 2005

delle volte il poeta ci ha la disperazione, come l’atleta, che dopo una corsa si piega in due, la stanca mano sul fianco, i dolori alla milza. anche il poeta ci ha i dolori alla milza, che me lo dice alice, in inglese si dice spleen, la milza. e scopro che anche i pesci hanno la milza, la stanca pinna si posa sul fianco dopo una giornata di nuoto, la stanca pinna.

7 Commenti

il fondamento teorico della mia prosa

Monday 25 April 2005

lo dice gianni celati che nello “Zibaldone” la sintassi non ha niente di classico, perché non è ipotattica né paratattica. Mancano le subordinate, ma mancano anche i tagli paratattici delle frasi. Il fraseggio si sviluppa per aggiunzioni continue di frasi appese e scandite da virgole, archi di frasi con ritorni all’indietro, ripetizioni avvolgenti, e un andamento aperto che spesso si perde in un “eccetera”. Questo è il modo di articolare il fraseggio di chi pensa scrivendo: non mette in prosa blocchi di pensiero già pronti, ma insegue idee che si sviluppano man mano nel flusso delle parole. Così si produce una mobilità che può espandersi in ogni direzione, inseguendo la sorpresa del dire qualcosa che fino ad allora non si pensava. È questo che chiamo la linea leopardiana della prosa: mai linea retta, linea sempre erratica e frammentaria, mobile e sospesa.

direi che ho trovato il fondamento teorico della mia prosa

5 Commenti

gattostanco mi dà il benvenuto

Monday 25 April 2005

gattostanco ha scritto una cosa proprio bella per darmi il benvenuto nella nuova casa. grazie, gatto.

3 Commenti

non tutto va storto, alla fine

Friday 22 April 2005

piove, tira vento, iobloggo non funziona, esco e vado a fare la spesa. che ho finito la birra e l’acqua frizzante. polli mi ha detto prenditi la lista della spesa e non comprare niente che non ci sia scritto sopra. che lei non si fida, di me.
io prendo la lista della spesa, non c’è scritto birra sopra, a polli non interessa niente della birra, allora ci aggiungo la parola birra imitando la calligrafia e vado a fare la spesa. che poi nelle liste della spesa che fa polli ci son sempre delle cose incomprensibili che io non so bene come interpretare. shampoo. polvere per la lavatrice. ma voi avete mai visto quanti prodotti ci sono che corrispondono alla descrizione che ne fa la mia lista della spesa? allora shampoo, quello non so proprio, ci son anche troppi gusti da scegliere, pesca, banana, neanche fossero succhi di frutta. ci sarà della gente che se lo beve, lo shampoo. non lo compro. polvere per la lavatrice è più facile. son tutte più o meno uguali. la qualità, non ne ho idea. allora guardo bene i cartellini e in basso, si vede, c’è scritto prezzo per chilogrammo. che è facile dire che quello che costa due e novantotto costa meno di quello che costa cinque e quindici, ma se ce n’è il doppio alla fine costa meno. ci sto cinque minuti. di sicuro quelli che son passati e mi guardavano avran pensato che ero un feticista. della polvere per la lavatrice. prendo quella da due e novantotto. arrivo a casa, la poso sulla lavatrice, ed è uguale a quello che sta per finire. sono contento, ché ho fatto
una cosa bella.

5 Commenti

scusatemi ma

Friday 22 April 2005

sto ancora provando il template.
adesso si può cominciare. altri aggiornamenti grafici, in corso d’opera. qua si fa tutto, in corso d’opera.

3 Commenti

eccomi qui

Friday 22 April 2005

delle volte uno, si sente che deve cambiar qualcosa nella propria vita, c’è chi si cambia il colore dei capelli, c’è chi cambia piattaforma e indirizzo. ora sono qui.

14 Commenti