My Blog » 2005 » May

Archivio di May, 2005

il vostro amato sovversivo

Friday 20 May 2005

sonetti ha scritto uno splendido sonetto che prende le mosse dalla mia lettera al direttore della settimana scorsa. mi definisce sovversivo.
commosso, ringrazio.

17 Commenti

sulle catene che se non rispondi poi dopo muori (il post che si ritorce contro se stesso)

Thursday 19 May 2005

a me le catene di sant’antonio m’han sempre fatto cagare. mi ricordo quando si facevano su carta, che oltretutto ti toccava spendere dei soldi per i francobolli. poi son venute quelle via email, più economiche, ma altrettanto rompicoglioni. adesso si è alla evoluzione della specie, con le catene via blog, come quella che ha lanciato totanus ieri, che m’ha passato pecus. che son veramente diverse. che non è che se non rispondi poi dopo muori di morte violenta come quelli che nel passato non han risposto alle catene di sant’antonio e allora mentre camminavano per strada gli è caduta una incudine sulla testa e son morti, o si son sbagliati e han dato la polverina per i topi al gatto e il gatto è morto dopo atroci sofferenze. no, non son così. queste catene qua son diverse che te nel tuo blog semplicemente additi i candidati alla continuazione della catena, e sarà eterna onta dei destinatari, se non rispondono e inoltrano la catena. il che non è avaro di conseguenze. ma c’è una seconda importante variazione in questo tipo di catene rispetto alle precedenti che utilizzavano altri media: in questo tipo di catene quelli che non son designati tra i destinatari della catena si sentono emarginati, e si eleggon volontari, questi paladini della catenerìa. questa analisi assai dettagliata ed importante dal punto di vista della storia e della sociologia della catena di sant’antonio volge al termine e quindi, con tutto il rispetto che mi è consono, chiedo tuttavia che si sia trattato di una una tantum. che a me le catene di sant’antonio m’han sempre fatto cagare. mi ricordo quando si facevano su carta, che oltretutto ti toccava spendere dei soldi per i francobolli. poi son venute quelle via email, più economiche, ma altrettanto rompicoglioni. adesso si è alla evoluzione della specie…

11 Commenti

la musica è una catena

Wednesday 18 May 2005

pecus m’addita pubblicamente tra i continuatori della staffetta musicale, e allora proviamoci.
Volume totale dei file musicali sul mio notebook:
26,22 Gb. la maggior parte sono mp3 rippati da cd che ho lasciato al paesello.
L’ultimo cd che ho comprato:
sull’iTunes music store Lullabies to paralyze dei Queens of the stone age
su supporto fisico Real gone di Tom Waits, l’anno scorso
Canzone che sta suonando ora:
nessuna, ma per strada ascoltavo Le aquile non volano a stormi di Franco Battiato
Cinque canzoni che ascolto spesso o che significano molto per me:

  • My Favorite Things di John Coltrane
  • Girl/Boy di Aphex Twin
  • le Gnossiennes di Eric Satie
  • Iron Man dei Black Sabbath rifatta dai Bad Plus
  • I am the walrus dei Beatles

questa era molto difficile. tra cinque minuti potrebbe esser diversa

Cinque persone a cui passo il testimone:

e adesso son tutti affari loro
(e lo so che son più di cinque…)

20 Commenti

le avventure degli interstizi

Wednesday 18 May 2005

io non lo so che cosa succede ma in questo periodo m’arrivano dei commenti che son sempre interessanti e m’ispirano delle ideuzze, m’ispirano dei post. pecus m’ha scritto …e vivresti le avventure degli interstizi. poi potresti scriverle, e allora qualcuno le leggerebbe e sarebbe contento anche se per lui l’interstizio è il tempo di 5 fermate sul 4, manco un capitolo, dialoghi troncati a metà quando si deve scendere. e tu con le royalties potresti vivere nuove avventure negli interstizi..
io adesso mi piacerebbe scrivere un libro, di interstizi. storie non cominciate, non concluse, che fan venire tante idee per la testa e durano giusto il tempo di 5 fermate sul 4 o sul 64 barrato. appena ho un po’ di tempo comincio a scriverle, ma intanto inauguro la nascita di un altro nuovo genere letterario.

6 Commenti

interstizi

Tuesday 17 May 2005

m’ha chiesto milo nei commenti del post precedente, che cosa voglio fare da grande.

ecco, questa è una domanda interessante, che si presta a molteplici interpretazioni e a differenti risposte. io ti sono grato, milo, di avermi posto questa domanda, che mette un po’ in discussione tutto il mio essere e tutto il mio modo di intendere la vita. è una domanda che ha un senso, in un certo qual modo, anche se sconfina in quella metafisica sulla quale, come diceva il buon wittgenstein, si può solo tacere.

che il problema è che dormiamo otto ore al giorno, lavoriamo otto-nove-dieci ore al giorno, e le cose interessanti della vita le facciamo negli interstizi.

se a me mi chiedono che cosa voglio fare da grande io ho solo una risposta sensata, io voglio allargare gli interstizi. allargare gli interstizi indefinitamente, quello sarebbe un lavoro che mi piacerebbe fare da grande, che potenzialmente potrebbe voler dire non fare assolutamente un cazzo.

12 Commenti

e io che mi pensavo che la vita del blogger erano tutti fiorellini

Sunday 15 May 2005

alla fine l’ho poi cambiato, il titolo del blog, da E io che mi pensavo che la vita del bancario erano tutti fiorellini l’ho fatto diventare E io che mi pensavo che la vita del blogger erano tutti fiorellini. cambia una parola ma cambia tutto. che io, bancario, non lo sarò più. ma blogger ci rimango. che esser blogger è uno stato della mente, uno non è che cambia lavoro, allora smette di essere blogger. magari se uno va a lavorare per la cia lo fan smettere, di bloggàre, magari. ma io non vado mica a lavorar per la cia, che vi credete.
esser blogger, anche l’esser blogger, non è mica una vita facile, e a tal proposito ho composto appositamente una poesia che ho chiamato E io che mi pensavo che la vita del blogger erano tutti fiorellini.

E io che mi pensavo che la vita del blogger erano tutti fiorellini

bloggare
bloggare bloggare bloggare
bloggare
non è facile
bloggare
tutto il giorno
pensare
cosa scrivere
mica facile
bloggare
l’eterna lotta
tra l’uomo e shinystat
mica facile
bloggare
con la scimmia
delle statistiche
con la fame
di commenti
con la voglia
di referrers
non è facile affatto
bloggare
che non ditemi
che bloggate
per voi stessi
che se lo fate
per voi stessi
cosa bloggate
a fare
bloggare bloggare
mica facile
bloggare

9 Commenti

caro direttore

Friday 13 May 2005

Caro direttore,
le scrivo questa lettera per esprimerle il mio rammarico, e il rammarico che provo mi spinge a scriverle questa lettera per esprimerle il mio rammarico. c’è rammarico nelle mie parole, e la lettera che sto scrivendole esprime il mio rammarico che esce dal mio cuore colmo di rammarico. e non è senza rammarico che le scrivo questa lettera che, devo dire, avrei preferito non scriverla, ma il rammarico che alberga nel mio cuore mi obbliga a scriverle questa lettera ripiena di rammarico. ci son cose che si fanno a cuor leggero, ed altre che si fanno pieni di rammarico, e questa è una di quelle cose che si fanno pieni di rammarico, come spero si noti in questa lettera ricolma di rammarico fino all’orlo. che delle volte vai al cinema, e magari c’è un film che aspetti di vedere da tanto tempo, o vai in libreria e vedi che è arrivato il libro di quell’autore che ti piace molto, e queste son cose che fan piacere, che proprio te ti senti soddisfatto e dici, che bello, questo è un momento da sorseggiare, e ci son degli altri momenti che son pieni di rammarico, che magari son quei momenti che vai via. a me mi dispiace andare via, che son colmo di rammarico, ma delle volte si deve andar via, si deve prender delle decisioni. ed è con il cuore pieno di rammarico, come spero che questa lettera colma di rammarico evidenzi, che vado via. le rassegno le mie dimissioni, direttore, con il cuore pieno di rammarico.

31 Commenti

magari vi piace di più

Friday 13 May 2005

che ne pensate di e io che mi pensavo che la vita del birdwatcher erano tutti fiorellini?

3 Commenti

il blog dei mutamenti

Friday 13 May 2005

cambiano cose nella vita, toccherà cambiare il nome al blog…

15 Commenti

maretta

Friday 13 May 2005

qua c’è un po’ di maretta, c’è poco tempo per postare, speriamo nel week-end. vi terrò aggiornati, pare ci sian grosse novità in vista per me.

4 Commenti