In tutti i blog ci son dei momenti in cui c’è un’alta densità di spunti comunicativi, e altri momenti in cui si parla di niente.

Anche questo che vi sembrava un blog serio, documentato e pregno di contenuti, delle volte, si parla di niente.

Che comunque anche il niente non è mica un argomento facile da affrontare ha mille sfaccettature che non posson essere colte se non da sensibilità superiori.

Che uno dice niente. Facile dire niente. Se dici niente e in questo niente vedi solo il niente, il tuo niente non vale niente.

Se invece nel tuo niente ci scorgi delle macchioline di blu e di rosa con degli elefantini gialli che si dondolano stando attenti a non cadere il tuo niente ha un senso più elevato del niente degli altri.

I nienti sono tanti tipo io stamattina non sapevo ben cosa scrivere sul blog, allora mi son detto Cerchiamo il+nulla su google e vediam cosa esce fuori. Mi son detto Magari esce qualcosa di Severino, lui con la sua filosofia dell’essere, magari vien fuori l’occasione di pigliarlo un po’ per il culo, e invece.

Niente Severino.

Però il primo risultato cercando il+nulla su google parlava di Calderoli, e questo e bastato per farmi star di buonumore tutta la mattina.

aggiornamento: continua il flusso di persone d’un certo livello che passano di qui: pare che calderoli stesso abbia lasciato un commento a questo post!