Questo blog, frequentato da personalità di altissimo rilievo, si segnala da sempre come un’oasi di Cultura in un mondo devastato dall’inerzia, dall’inedia, dall’idiozia. Che poi sarebbero le famose tre I del governo.

Ieri ho fatto un post che si chiamava il grado zero del bloggamento, un post dichiaratamente lingua-in-guancia, nei commenti del quale si sono un po’ tolti un po’ di legacci, un po’ di pudori, un po’ di paletti. Scopriamo infatti che Giancarlo Tramutoli, grande poeta potenziale (nel senso di lucano), guarda l’isola dei famosi e che ha un debole per Hugh Grant, che Seia Montanelli, critica letteraria sul suo blog paese d’ottobre, sulla rivista Origine e su Stilos, anche lei guarda l’isola dei famosi. Si scopre anche che lo zio eìo sa a memoria il film Notting Hill e conosce vari segreti della vita di Hugh Grant e di suo fratello. Non siam riusciti a far dire nulla di compromettente a sonetti, e di questo mi dispiaccio assai.

Pare anche che il fratello di Seia Montanelli si rada il petto.

Ma questo non è confermato.

(ve l’avevo detto o no, che qua s’abbassava il livello…)

Technorati Tags: , , ,