My Blog » 2006 » October

Archivio di October, 2006

il valzer del moscerino

Wednesday 18 October 2006

stasera son tornato a casa ho trovato Polli che parlava con un moscerino

gli diceva ciao amico moscerino
e poi mi ha detto
sono moscerini, sono amici, ce n’è due
sono fratello e sorella

allora io ho teso l’indice
e ho detto
amico moscerino, vieni a riposarti sul mio indice
dopo qualche secondo lui è venuto per davvero

allora ho detto a Polli adesso magari lo metto fuori
Polli mi ha detto lui non ci vuol mica andare fuori, ché fa freddo
allora io mi son alzato, col moscerino sempre sull’indice
ho aperto la portafinestra
e appena l’ho aperta lui è volato via, lontano dalla portafinestra, ma dentro la casa
mi sa che aveva ragione lei

si è posato su una sedia dove vicino c’era anche sua sorella, sembravano degli uccellini
poi dopo son volati via
giravano

a un certo punto mi stavo versando della birra nel bicchiere, e uno si è buttato
e io gli ho detto, ma ti vuoi suicidare?

allora ho messo il dito dentro la schiuma e il moscerino si è attaccato
l’ho salvato
gli ho detto, poi dopo facciamo un discorsetto.

31 Commenti

Intrusione.

Tuesday 17 October 2006

Buongiorno a tutti.
Scusate l’intrusione.
Lasciate che mi presenti.
Io sono colui il quale fisicamente scrive questo blog.
Sono colui il quale plasma discorsi informi per tramutarli nelle parole che leggete, chi tutti i giorni, chi ogni tanto, chi casualmente, cercando la parola fighe sui motori di ricerca.
Mi sono introdotto in questo blog, senza la mediazione di quell’ente impalpabile detto Eìo, per informare lo spettabile pubblico che durante lo scorso week-end sono avvenuti dei fatti incresciosi, dei quali una buona descrizione è stata data da stark, per esempio, e per ringraziare il padrone di casa, senza il quale tutto questo non sarebbe possibile.
Quoto quindi totalmente il post di Fran, e mando petali di rose ai suoi simpatici commentatori.

P.S. noto che colgono al balzo anche Samuele, PorcoMondoLibro e Oscar (che ha un blog, parlando in termini di struttura, diversissimo da ogni altro che leggo)

Technorati Tags: , , ,

13 Commenti

Giravolta.

Monday 16 October 2006

Boh, c’è della gente che sta tutto il giorno a parlare, di nuove concezioni del blogroll, a ripensare la struttura di un blog e tutto quanto, poi invece, come i quattro amici al bar, non fanno un cazzo.

Poi invece c’è della gente come Federico, che sta tutto il giorno a parlare, di nuove concezioni del blogroll, a ripensare la struttura di un blog e tutto quanto, e quatto quatto, si costruisce il blog più phico del globo.

Sono impressionato. Adesso ne voglio anch’io uno così.

17 Commenti

Repertorio dei pazzi della città di Cuneo

Sunday 15 October 2006

(Sabato, sono andato in libreria, ed era arrivato un libro che cercavo da tempo. mentre ci andavo, ho incontrato Karim, di ritorno dalla Lituania. Poi ho scritto questo.)

Uno era uno che la gente, a guardarlo vestito così, con il suo mantello rosso con i bottoni d’oro, il suo cappello rosso a tesa larga, sempre sulle ventitrè, la sua barba bianca scolpita, pensava fosse un matto. Invece lui, tutto il giorno, stava al bar, a giocare al biliardo, e a bere dei Pernod.
Anche come parlava, tutti pensavano fosse matto, e invece era solo francese.

Un altro era uno che passava il giorno a chieder delle monete per strada, tutti pensavan fosse un drogato, e invece poi quando è morto, a casa sua han trovato una stanza piena di pile di monete, ordinate per taglio.
Molte delle monete erano anche fuori corso.

Poi c’era un signore anziano che salutava tutti quelli che passavano come fossero stati dei vecchi amici. Dopo un po’, quando camminava per strada, tutti lo salutavano per primi. Alle volte si faceva anche offrire dei caffè.

C’era una signora che dal suo balcone che dava sulla piazza, urlava Puttana! a tutte le donne che passavano. Uno che abitava lì vicino una volta mi ha spiegato che quella signora lì, quand’era giovane, faceva proprio quel mestiere là.

C’era uno che per diversi anni, tutti i giorni, stava tutto il tempo in stazione, e se qualcuno lo guardava, lui diceva Eh, sto aspettando mia moglie.
Poi ho saputo che sua moglie era morta molti anni prima.

C’era un prete che guardava sempre il culo alle ragazze, e quando qualcuno lo coglieva sul fatto, lui rispondeva che esser preti vuol anche esser capaci di cogliere il divino nelle cose che ci circondano.

Poi c’era anche uno che abitava nel mio quartiere, che tutte le volte che lo avevo sentito parlare, stava dicendo a qualcuno, Ne ho viste io di cose nella mia vita!

E poi c’era uno che diceva che il passaggio tra la normalità e la pazzia, era questione di un attimo, e che nessuno di noi può esser sicuro che non gli capiterà, di passar quella linea sottile che distingue ciò che è considerato il viver normale da ciò che è pazzia. Diceva che in certe condizioni, è normale esser pazzi, ed è da pazzi esser normali, che poi, diceva lui, la normalità, non si era mai capito che cos’era veramente ed era normale, secondo lui, passar da normali a pazzi e da pazzi a normali secondo le situazioni. Diceva questo tizio che da giovane, su questo argomento, aveva scritto un libro, ma non gliel’aveva pubblicato nessuno.

Technorati Tags: , , , ,

16 Commenti

Spam!

Saturday 14 October 2006

Lovely Spaaam! Wonderful Spaaam!
Lovely Spaaam! Wonderful Spam.

Spa-a-a-a-a-a-a-am.
Spa-a-a-a-a-a-a-am.
Spa-a-a-a-a-a-a-am.
Spa-a-a-a-a-a-a-am.

Lovely Spaaam! (Lovely Spam!)
Lovely Spaaam! (Lovely Spam!)
Lovely Spaaam!

Spaaam, Spaaam, Spaaam, Spaaaaaam!

(noi amiamo la spam*! La cantiamo insieme, la Canzone della Spam (mp3, 500k) dei Monty Python?)

18 Commenti

NOK NAK E NIK

Thursday 12 October 2006

(questo commento mi è rimasto in moderazione per una settimana, ma era troppo bello per cancellarlo.)

VOI BESTIE CHE AVETE DISTRUTTO LA MUSICA ITALIANA E VI CIUCCITE BAGLIONI QUEL RICCHI*NE DI NEK QUELLA TR*IA DELLA PAUSINI I VARI NOK NAK E NIK?
MA VA A FANCULO DI VERO CUORE E’ IMPARATE LA MUSICA POVERI COGLIONI CHE POI NON AVETE COGLIONI AVETE DUE BRUFOLI AL POSTOI DELLE PALLE
STRONZI W MARCOCONIDI.COM
A STRONZO PERCHE NON CHIUDI QUESTO BLOG DEL CAZZO E VEDI CHI E’ DAVVERO MARCO CONIDI?

(mo vado a vedere)

40 Commenti

Boh!

Thursday 12 October 2006

Oggi c’erano veramente tante cose da dire, però poi stamattina son uscito mi son dimenticato il taccuino e allora non mi son segnato niente alla fine non mi ricordo mica più cos’era che volevo dire.

In ogni caso, questa cosa qui, tutte le volte che la vedo, mi sembra una figata.

Technorati Tags: , ,

4 Commenti

Déjà vu (Narratori delle Pianure)

Wednesday 11 October 2006

L’altro giorno, son andato in biblioteca, cercavo dei libri, ma dei tre libri che cercavo, non ne ho trovato neanche uno.

(cioè, in catalogo c’erano, ma erano tutti in prestito, evidentemente)

Allora son andato a guardare se c’era qualche libro che non avevo letto di qualche autore che m’interessa, e ho trovato Narratori delle pianure di Gianni Celati.

Son stato contento, anche se bisognava richiederlo alla bibliotecaria, perché lo sapevo, che quel libro mi interessava, ché come libro lo conosco, anche se non l’ho mai letto.

Narratori delle pianure è un libro dove dentro ci son delle storielle sentite raccontare (se son vere o se non son vere, non m’interessa, come dice giuliomozzi, dice sonetti, basta che sian belle) in vari posti lungo il tratto finale del Po.

Ho aspettato un po’, e il libro è arrivato dall’archivio, l’ho preso e son uscito.

Mentre camminavo verso la macchina, ho cominciato a leggerlo, e verso la quarta o quinta riga mi viene mi viene un déjà vu, e mi dico: ma io questo racconto l’ho già letto. E in effetti mi figuravo in mente il resto del racconto, mi ricordavo i nomi, le cose, i fatti.

Mi son detto, sta a vedere che questo racconto c’è anche in qualche altro libro, ché alle volte gli scrittori hanno questo malcostume di pubblicar le stesse robe in posti diversi.

Sennonché anche al secondo racconto mi è capitata la stessa cosa.

Ho pensato, ma questo libro, sarà mica una riedizione con un altro titolo di qualche libro che ho già letto.

Mah.

Poi son arrivato alla macchina, e son andato a casa.

Son entrato, mi son tolto le scarpe, posato la borsa, e ho messo il libro sul ripiano della libreria.

E proprio sullo stesso ripiano, ricolmo di tascabili feltrinelli, vedo che c’è Narratori delle Pianure di Gianni Celati, nella stessa edizione che avevo appena preso in biblioteca.

Chissà quando l’ho comprato, mi son detto.

Technorati Tags: , ,

19 Commenti

I dieci blog più influenti d’Italia.

Tuesday 10 October 2006

Tanti complimenti a sw4n, che si è visto citato dal Financial Times come uno dei dieci blog più influenti d’Italia.

Tutto secondo Technorati.

Boh, traete le vostre conseguenze, che io non credo neanche più alle conseguenze.

(ne parla anche ludo)

Technorati Tags: , ,

21 Commenti

Credo

Tuesday 10 October 2006

Non credo più in niente.

Non credo ai sassi caduti dal cielo,
non credo al limbo.

Non credo neanche più al progresso.

L’unica cosa che mi è rimasta in cui credere
è l’ozio.

Ma anche quello
ormai
è troppo faticoso.

Technorati Tags: ,

6 Commenti