Domenica, verso le cinque, c’erano veramente molte macchine in coda per entrare in Cuneo.

Alcune giravano verso l’Auchan, per vedere se era aperto.

Ma era chiuso e tornavan da dove eran venuti.

Li vedo tutte le domeniche, quei che vanno a vedere se è aperto l’Auchan.

Me li figuro, che son a casa che non san che fare, che si chiedon Che facciamo, andiamo a vedere se è aperto l’Auchan?

(che poi lo san benissimo, che è chiuso)

Ero lì in coda che guardavo le altre macchine, dove andavano, da dove venivano, e poi, per passare il tempo, mi son messo a guardare il cielo.

Era di un azzurro che io a novembre non me lo ricordavo, un cielo azzurro così.

Il sole stava tramontando davanti a me e illuminava le poche nuvole di una luce radente.

Un aereo stava passando tra me e il sole, e lasciava una scia bianca che rimaneva, lì, sospesa, senza disfarsi.

Qualcuno lassù, ho pensato, avrà esagerato col bagnoschiuma.

Technorati Tags: , ,