Qualche giorno fa un’azienda per la quale lavoro mi ha spedito una mail dove mi chiedeva come mai non avessi ancora fatto il corso online: se per caso avessi avuto dei problemi avrei dovuto contattarli via email al più presto perché il corso l’avrei dovuto fare entro il trenta di novembre, e quel corso lì mi avrebbe garantito una certificazione di cui avevo bisogno.

Il problema era che io la mail in cui dicevo che sì, c’eran dei problemi, gliel’avevo già mandata il mese scorso, dicendo che quel favoloso corso multimediale non lo potevo fare, in ufficio, visto che includeva dell’audio che non potevo sentire se non appoggiando l’orecchio al computer, e visto che il computer è appoggiato per terra, la cosa non si poteva fare.
Nella mia mail avevo chiesto se c’era la possibilità di usufruire del corso esclusivamente per iscritto, ma niente, non mi aveva risposto nessuno.

Nell’impossibilità di contattarli avevo deciso di fare il corso a casa (è un corso temporizzato, puoi far avanzare le slide solo dopo un certo tempo, così sono sicuri che a farlo ci metti almeno quattro ore), solo che arrivato a casa, mi son accorto che questo corso non funzionava da nessuna parte: bisognava avere windows e internet explorer, che son due cose che in casa mia non lascerei mai entrare (bisogna metter dei paletti).

Allora l’altro ieri mi son messo lì, e ho fatto il corso alla cieca, anzi, alla sorda, perdendo per strada tutti i contenuti audio. Ne ho fatto due ore l’altro ieri, e due ore ieri, mentre lavoravo.
Beh, ho poi fatto il test finale e ho preso un voto di 95.95 centesimi, e affanculo l’usabilità.