Mi scusi, entra una signora nel mio ufficio e mi dice, Mi scusi, secondo lei mi fanno la multa se lascio la macchina qui di fianco, dove c’è quel garage? Può capitare, le dico, non capita tutti i giorni ma capita, e poi le dico Guardi, dieci metri più in là c’è un parcheggio libero, e lei E già, ma ha le strisce blu, mi tocca pagare, e io, Signora, se vuol parcheggiare in centro, mi sa che le tocca pagare quasi ovunque. Lei ci pensa, mi dice Ma lei, mi scusi, dove ha parcheggiato? E io, Ha presente quel garage davanti al quale ha parcheggiato? Ecco, lì dentro. Ah, mi dice.

Potrebbe parcheggiare giù, dalle piscine, signora, le dico, tanto hanno fatto l’ascensore panoramico gratuito*, parcheggia lì sotto e poi viene su in ascensore, non deve neanche camminare. Eh, dice lei, io lì sotto ci abito. Allora, le dico, mi sa che non posso esserle d’aiuto.