My Blog » 2010 » April

Archivio di April, 2010

Importante precisazione

Friday 30 April 2010

Una cosa che non ho detto è che la favola che raccontavo l’altra notte alla mia morosa per farla addormentare era una rivisitazione della favola di Cenerentola, con la variante che invece di perdere la scarpetta la protagonista perdeva i piedi.

17 Commenti

Favole al telefono

Thursday 29 April 2010

Ieri sera, poco dopo mezzanotte, ero nel letto che sistemavo ancora due cose per stamattina. Mi arriva un messaggio sul telefono, era la mia morosa che diceva che non riusciva a dormire. L’ho chiamata, le ho detto, Adesso ti racconto una bella favola di mia invenzione. Ho cominciato a raccontare, era una favola bellissima (una versione modificata di quella di Cenerentola, ma voi non diteglielo), e quando son arrivato al punto saliente della storia, mi son addormentato io.

14 Commenti

Il mondo è un ipertesto fatto di fiori

Wednesday 28 April 2010

Le parole portano a altre parole, e ogni volta che penso una parola, per scriverla, per dirla, o anche solo per pensarla, ogni volta che penso una parola, mi si apre un fiore, un fiore di parole che da una parola porta a mille altre, e io, pensata una parola, ne scelgo un’altra, che sta su un petalo del fiore, e dopo che l’ho scelta, mi si apre un altro fiore, con altre mille parole, e il comporre un testo, sulla carta, nell’aria, o anche solo nella testa, è il scegliere un percorso particolare di fiori e di click su fiori, tra una parola, che diventa un fiore, a un’altra parola, che diventa un fiore, a un’altra parola, a un’altra parola, e il mondo è un’ipertesto, e io lo clicco.

12 Commenti

Sono una persona interessante

Tuesday 27 April 2010

Un momento fa, nel mio ufficio, stavo parlando con uno del più e del meno, mentre ero in mezzo a una frase questo qua ha preso ed è uscito.

30 Commenti

Un uomo fermo a quando esisteva ancora una cosa nota come arco costituzionale

Monday 26 April 2010

Io di calcio non so niente. Però ieri ero ospite a pranzo, c’era la tv accesa, c’erano dei calciatori, io per non sentirmi escluso dicevo delle cose che so, dicevo Paolo Rossi, dicevo Pruzzo, dicevo Dossena; m’han detto che io non è vero che di calcio non so niente, è solo che son fermo all’82.
Io mi son un po’ risentito. E poi comunque in quell’anno lì il secondo portiere della Roma si chiamava Superchi.

11 Commenti

Realtà alternative

Thursday 22 April 2010

Ieri ho letto una cosa che diceva che nei film in cui c’è Tom Hanks è descritta una realtà in cui non esiste Tom Hanks, perché altrimenti, nella realtà di quel film, sarebbe pieno di gente che andrebbe dal personaggio interpretato da Tom Hanks e gli direbbe Cavolo, sei uguale a Tom Hanks.
Ci ho pensato tutto il giorno.

26 Commenti

Tecnologie abilitanti

Tuesday 20 April 2010

Io questa cosa che ci son dei siti su internet dove puoi far mandare dei fiori alla gente nel giorno che vuoi nel posto che vuoi è una cosa che se ci penso mi manda in sollucchero. Che tipo ieri se non esistevano questi siti io non ci pensavo neanche a fare una sorpresa alla persona a cui voglio bene, che sta a centinaia di chilometri da qua: già solo il fatto di non dover telefonare, di non dover parlar con nessuno, son cose che mi fan contento. Che poi se ci penso, io, da quando ci son le casse automatiche nei supermercati, faccio la spesa molto più volentieri.

18 Commenti

Micelio

Monday 19 April 2010

L’altro giorno, camminavo, ho visto che c’era una freccia, lì per terra. Io, per caso, avevo un arco, ho provato a tirarla, non ho molta esperienza con gli archi, ho tirato, la freccia è finita a due metri da dove l’avevo tirata. Mentre ero lì che mi grattavo la testa e pensavo che son proprio una cefola, è passato uno, mi dice, Guarda, io ho comprato delle piastrelle bellissime, arancioni cangianti verso il rosso, è venuto proprio un bel pavimento, e adesso mi piove in casa. Poi me ne son andato, son passato davanti a un negozio, un negozio che m’è sempre sembrato che se entravi, disturbavi. Son entrato, e infatti.

19 Commenti

Distribuisco consigli gratis

Friday 16 April 2010

Mi ascolti, dicevo stamattina a una giovine che dopo anni di astinenza si è comprata una bicicletta, mi ascolti, le dicevo, io le do un consiglio: stia attenta, quando sale in bici, che ci sia il sellino.

13 Commenti

Breve invito a rinviare il suicidio

Wednesday 14 April 2010

A Cuneo c’è un ponte piuttosto alto, il viadotto Soleri, e da questo ponte succedeva spesso che la gente si buttasse, per suicidarsi. Da un po’ di anni han messo delle reti di protezione, buttarsi è diventato più difficile, e infatti si buttano molto di meno. Strano, mi dico sempre, che il doversi arrampicare su una rete dissuada da un proposito del genere.
Stamattina parlavo con una signora che mi ha detto che lei aveva un campo, lì sotto, sotto il ponte, e mi diceva che ogni tanto le succedeva, di ritrovarsi, mi ha detto così, del fertilizzante non richiesto.

20 Commenti