Pensavo, mentre ero in giro, pensavo che volevo scriver qualcosa sul blog, poi non mi veniva in mente niente. Non mi veniva in mente niente né a Campagnola, né a Castagneto, né a Cesena, né a Rimini, né a Punta Marina, né a Forlì, né a Pescara. Niente. Forse è l’aria, mi dicevo, forse è l’aria di Cuneo che mi manca, mi chiedevo cos’avessero in comune tutti questi posti, che mi inibiva la scrittura, e ho pensato fosse che non erano Cuneo, e in effetti poi l’ho incontrata, della gente che mi chiedeva come mai non aggiornassi il blog, con tutti quegli strumenti informatici complicatissimi che mi porto dietro, e io gli dicevo che io non posso, non ce la faccio a scrivere, se non a Cuneo. Poi non lo so se è vero, però come risposta, mi dicevo mentre ci pensavo, come risposta è mitopoietica, il non poter scrivere senza sentir l’aria di Cuneo.
Poi l’altro ieri son venuto a Cuneo non riuscivo a scriver niente neanche a Cuneo.