My Blog » 2012 » February

Archivio di February, 2012

Bello

Wednesday 22 February 2012

Ci son delle donne, le vedi la mattina presto sui treni, le guardi e ti dici che magari sarebbero anche delle belle donne, ma così, la mattina presto, con quegli occhi pesti, con quello sguardo lì un po’ ebete, magari sarebbe meglio che le donne belle non si svegliassero presto al mattino. O per lo meno, bisognerebbe che non andassero tanto in giro. Quelle brutte va bene, ma quelle belle secondo me no. Poi comunque io son bello anche al mattino.
Adesso vado che devo scendere. Chissà se dopo sceso, gli mancherò, al treno.

17 Commenti

Poesia delle fatine

Monday 20 February 2012

Uno vede le fatine,
che non esistono,
lo so bene,
che discorsi sono,
ma poi a un bel momento
ti arriva davanti
una fatina,
ma bella,
ma proprio bella,
e cosa vuoi fare
una volta che la vedi
non puoi mica non crederci
“se non vedo non ci credo”,
eh, ma se la vedi poi ci credi
una fatina,
ma che bella,
ma proprio bella,
poi ti tira i coriandoli
e non ci credi più.

8 Commenti

Lo sai cos’è successo?

Friday 17 February 2012

Lo sai cos’è successo, che l’altra mattina, che era una mattina di gelo, ho scritto del rumore delle grondaie, e quel giorno lì, alle due del pomeriggio, son uscito sul balcone, e c’eran le grondaie che grondavano, e facevano il loro rumore proprio di grondaie che grondano, e i tetti che gocciolano, e le stoppie, il giorno dopo le stoppie nei campi pullulavano, c’erano anche prima, ma la neve era alta e le copriva, e adesso invece si vedevano, ed era bello. Questo era quel che avrei voluto scrivere quel pomeriggio lì, ma poi, lo sai cos’è successo, è morto Mauro Gasparini e a me non m’è più venuto da scriver niente.

7 Commenti

Il tempo delle grondaie

Monday 13 February 2012

Febbraio per me è sempre stato il mese delle grondaie che fanno rumore. Febbraio è il mese del primo sole, e c’è un proverbio piemontese che dice L’ sul ‘d fervé porta i malavi a sutré, il sole di febbraio porta i malati a sotterrarsi, perché c’è il sole, a febbraio, e se stai al sole senti il caldo, ma poi se vai all’ombra c’è freddo, io credo sia questo che dice il proverbio, di stare attenti al sole di febbraio, ché il sole ti porta il caldo e poi il freddo, e così ti ammali, e se sei già ammalato devi fare ancora più attenzione, che poi, cosa succede, se sei già ammalato, lo sai, peggiori e puoi anche morire. Ecco, quest’anno febbraio ha portato la neve, ha portato il gelo che per tutto l’inverno non c’erano stati, come se il mondo si fosse dimenticato che era inverno e appena se n’è ricordato ha fatto venir giù tutto il freddo e la neve che aveva programmato di far venire giù in tre mesi, e l’ha fatto venire tutto d’un colpo, a febbraio. Ma per me, febbraio, è comunque il momento del primo sole caldo, quel sole che ti fa venir voglia di uscire sul balcone, e io, anche quest’anno che febbraio è un mese di neve e di gelo, vado sul balcone tutti i giorni e ascolto. Ascolto se le grondaie fan rumore, perché se le grondaie fan rumore vuol dir che la neve e il ghiaccio sui tetti si stanno sciogliendo, e la bella stagione sta arrivando. Per me febbraio è sempre stato il mese in cui le grondaie fan rumore, e io, tutti i giorni, vado sul balcone e ascolto. Per ora c’è silenzio.

11 Commenti

Fare e disfare

Wednesday 8 February 2012

Disfare le cose, mi diceva Spartafini, è una noia, e non puoi dir niente per farmi cambiare idea, diceva mentre teneva in mano un bicchiere di genepì, vuoi mettere, diceva, la gioia di fare il presepe con la noia di disfarlo? Vuoi mettere, diceva, la gioia di fare l’albero di natale con la noia di disfarlo? E invece, la neve, diceva, puoi solo toglierla, la neve puoi toglierla e basta, e puoi solo chiedertelo, come dev’essere, come dev’essere bello, come sarebbe bello, invece di togliere la neve, mettere la neve.

P.S. Che brutto suono che ha la parola “toglierla”.

19 Commenti

Mi chiamo Alessandro e ho un problema

Thursday 2 February 2012

Ieri non trovavo più i miei guanti. Li ho cercati ovunque. Sono proprio spariti. Sono andato a comprarne un altro paio. Ieri sera non trovavo più neanche quelli. Ho riguardato anche stamattina, non ci sono più. È ora di ammettere di avere un problema, coi guanti.

19 Commenti