L’altra sera mi è venuto un dubbio esistenziale e mentre cenavo ho pensato di rivolgermi al mio nume tutelare, il famoso astrofisico Amedeo Balbi, che, poverino, mi ha risposto subito, anche se secondo me stava cenando.

Alessandro Bonino: BALBI
Amedeo Balbi: BONINO!
Alessandro Bonino: COME STA
Amedeo Balbi: IO BENE LEI?
Alessandro Bonino: ANCHE IO
CI VOLEVO FARE UNA DOMANDA
Amedeo Balbi: DICA
Alessandro Bonino: DA QUANTO ESISTONO GLI ATOMI CHE COMPONGONO IL MIO CORPO UMANO
Amedeo Balbi: Dipende: l’idrogeno dal big bang
Il carbonio ossigeno ecc da dopo
Alessandro Bonino: DOPO QUANDO
Amedeo Balbi: Non si può stabilire con precisione ma direi da una decina di miliardi di anni
Alessandro Bonino: E FINO A QUANDO DURANO
Amedeo Balbi: Mmm
Difficile da dire ma molto
Dipende da varie cose
Non tutte prevedibili
Alessandro Bonino: E SE MI CREMO
Amedeo Balbi: Ahah
Gli atomi resistono
Le molecole no
Ma gli atomi si
Alessandro Bonino: QUINDI PRATICAMENTE SONO ETERNO O QUASI
Amedeo Balbi: L’unico modo di distruggerli è con reazioni nucleari
Ah sì gli atomi si
I protoni poi durano per sempre
Alessandro Bonino: Praticamente sono una configurazione impermanente dell’eternità
Amedeo Balbi: Già
Amedeo Balbi: Io dico sempre che sono un aggregato transitorio di atomi
Ma la materia e l’energia durano in eterno

Siamo figli delle stelle, tipo. Ma anche, siamo fatti di atomi usati.