Archivio per December, 2006

December 30, 2006

Quelli che… il Duemilasette

Auguroni di buon anno!

Che la Forza sia con te
(anche lo Sforzo)

Quelli che… il Duemilasette.
Quelli che… è una vergona il Papa di Crozza, ma niente ai tronisti della De Filippi.
Quelli che… il computer lo capiscono, ma vatti a fidare.
Quelli che… senza se e senza ma hanno la verità.
Quelli che… fanno finta d’essere sordi, ma sono sordi davvero.
Quelli che… la pace è nel programma, ma appena finita la guerra.
Quelli che… l’ambiente è un bene supremo, e poi lo lottizzano.
Quelli che… il Brasile è la prima squadra, senza guardare lo sponsor.
Quelli che… televotano e pagano loro, e poi vanno a votare e paghiamo tutti.
Quelli che… la cartolina virtuale è meglio di una email per tutti
Quelli che… meglio un sms personalizzato.
Quelli che… vogliono passare avanti perché hanno la macchina in doppia fila.
Quelli che… le multe non fanno cassa, e poi appaltano all’amico di partito.
Quelli che… le rotonde salvano le vite, ma le fanno da schifo.
Quelli che… ti mandano le immagini delle loro vacanze.
Quelli che… credono ancora alle stesse menzogne.
Quelli che… sposati che Dio t’aiuta e arrivederci e grazie, a patto che sia il loro Dio.
Quelli che… “Lavoratoriiii!?! Prrrr!”” la chiamano “gestione del lavoro”.
Quelli che… la diffusione capillare del precariato la chiamano “disoccupazione dimezzata”
Quelli che… l’indulto non hanno vergogna a votarlo in Parlamento.
Quelli che… la tolleranza prima di tutto, per scaricare le loro colpe a tutti.
Quelli che… ancora al giorno d’oggi fanno processi farsa per appendere il tiranno al balcone per Natale.
Quelli che… ridono di loro stessi solo in presenza di altri.
Quelli che… hanno sempre ragione.
Quelli che… non hanno imparato nemmeno a mimetizzare un copia e incolla.
Quelli che… non è che sono stupidi, soltanto se ne fregano sempre.
Quelli che… tutto il resto è noia, a parte loro.
Quelli che… la Vita in Diretta è una trasmissione di informazione e di servizio.
Quelli che… urlano sempre.
Quelli che… la Sinistra è Comunista.
Quelli che… la Destra è Fascista.
Quelli che… il Centro è propositivo per definizione.
Quelli che… augurano “buon lavoro” in tutte le email inviate.
Quelli che… danno del “tu” a chiunque si rivolgano, foss’anche un vecchio decrepito.
Quelli che… rompono le scatole per sport.
Quelli che… fanno rotolare i formaggi per sport in mezzo ai passanti.
Quelli che… «ci abbiamo provato negli anni ’60», ma poi hanno smesso.
Quelli che… scrivono ancora “la cattolicissima Spagna”.
Quelli che… «è il mercato a definire l’arte», ma non si chiedono cosa definisce il mercato.
Quelli che… hanno un’opinione certa su tutto, senza neppure un dubbio.
Quelli che… telefonano solo con Skype e disturbano comunque.
Quelli che… «gli insegnanti dovrebbero far il loro lavoro», e intendono proprio il loro.
Quelli che… «i genitori capiscono quel che vogliono capire».
Quelli che… dirigono una scuola col 99 per cento di promossi.
Quelli che… hanno la foto del Che appesa al muro, come fosse la foto della bisnonna scomparsa nel ’18.
Quelli che… Moana se la ricordano e poi specificano quand’era ospite in tv.
Queeli che… i Suv sono il problema dell’Italia.
Quelli che… ti chiedono una recensione, gli chiedi il libro omaggio, e si offendono perché «sei solo un blogger e compratelo no?».
Quelli che… ti commentano fino a quando li linki, così almeno ti lasciano in pace.
Quelli che… ancora fanno post su articoli di giornali non disponibili in rete.
Quelli che… sono giornalisti, non sono giornalisti, non vorrebbero mai essere giornalisti, vorrebbero molto essere giornalisti e poi non approfondiscono un argomento che sia uno e se per caso lo fanno si basano su fonti oscure o che sono delle bufale.
Quelli che… «Attivissimo è il nome del sito, ma come si chiama lui boh non lo sanno».
Quelli che… per difendersi da loro non basterebbe un Garante dei Maroni.

Quelli che…

Quelli che… «Ah, io non potrei mai» e invece possono anche peggio degli altri.
Quelli che… le persone sono sempre in fondo alla loro scala di valori.
di Birra

admin @ 10:54 am - Commenti (14)

December 29, 2006

Minipost: la moglie, il divano e Lucille Ball

Appunto personale:
Lasciare la moglie davanti al televisore sul divano tra cuscini e copertine da divano e un vecchio pregevole film interpretato da Lucille Ball rende la suddetta moglie allegra (se non le viene uno schioppone dal gran ridere) e certo ben disposta.
Ora vado a vedere se è così.

Aggiornamento ore 18:30
mammina commenta: "Con me non funzionerebbe."

In effetti non ha funzionato.
Però siamo stati vicini vicini sino alla fine del film; poi ci siamo preparati una tazza di cioccolata (per la prima volta abbiamo provato quei preparati in bustina col mais) risultata accettabile al gusto (io ho l’ho migliorata con un po’ di panna spray spruzzata direttamente sui biscottini che l’accompagnavano); poi ho fatto una bella doccia rovente, mentre la gattoconsorte si metteva a leggere; poi sono andato a buttare la spazzatura; poi mi sono allungato accanto a lei sul divano a fare due carezzine al gattaccio (non troppo contento d’essere stato strappato dal suo sonno sopra il lettone).
Non avrà funzionato proprio come avevo osato sperare (del resto non ho fatto nulla perché funzionasse), ma sovente i piaceri coniugali che funzionano sono anche quelli semplici come il godersi insieme qualche momento di serenità senza pensieri (persino senza quei pensieri :D).

admin @ 3:31 pm - Commenti (6)

Pandolce genovese (basso)

Oggi in casa mia è arrivato il pandolce genovese (quello basso) di Panarello.
Sinceramente a me fanno sorridere le simpatiche diatribe (da eiochemipensavo) tra i panettonisti e i pandoristi (per la cronaca, io sono un fondamentalista panettonista, mentre mia moglie è una blanda pandorista. Ovviamente il panettone senza canditi, a mio sindacabilissimo parere, è come un carciofo senza spine: con poco gusto).
Il pandolce genovese (o panettone alla genovese o come si vuol chiamarlo) è divinamente superiore sia al panettone che al pandoro (per i miei gusti, eh, non desidero innestare una discussione regionale culinaria).
Unica eccezione che personalmente ammetto è il pane sapa (o come si chiama) della Sardegna.

Un gustoso appronfondimento sul pandolce è questo post di Da completo di due ricette e alcune note di costume.

Anche Federico preferisce il pandolce basso (nota: il post dove diletta i visitatori con una breve guida personale allo shopping genovese ‘tipico’ è di qualche settimana addietro. Cita il Paradiso dei Bimbi, noto negozio di giocattoli che io nella mia infanzia consideravo realmente un luogo sacro e bellissimo, e -non l’avevo notato in prima battuta- ne segnala una bizzarra vicinanza con un cinema di tutt’altro genere e target. Improvvisamente mi sono ricordato che effettivamente da bambino credo d’aver fatto qualche domanda imbarazzante ai miei genitori dopo aver avidamente letto qualche locandina, mentre saltellavo da una vetrina all’altra).

admin @ 3:23 pm - Commenti (3)

December 27, 2006

Minipost: Ite, missa est.

E così anche questo Natale è andato.
Uniche eccezioni alla mia clausura domestica: l’andirivieni con la suocera, la visita a mia madre e alcuni parenti di mia moglie venuti a trovarci ieri pomeriggio. I telefonini spenti, o quasi, e intasati di messaggi ancora da sfoltire.

Alle email non ho ancora risposto.

Mi accorgo di aver perduto le mani a post personali.
Ho cancellato almeno un paio di lunghe bozze. Erano un insieme delle solite banalità post natalizie (digitate malamente), uno sfogo per un giramento di maroni e alcune menate senza peso.

Cambiando tono, salvo solo:
Sono di ottimo umore.
Mia moglie mi ha regalato quattro vecchi romanzi di fantascienza trovati nello scaffale del pattume di una libreria cittadina. Sapeva di non potermi fare regalo migliore.
Fortunato come sono ad avere una persona così accanto, tutto il resto che mi capita si trasforma in fuffa (magari con l’aiuto di un paio di arrabbiate bozze volate via).

La mia propensione ad attaccare alla “a” la “d” è diventata un po’ troppo esagerata negli ultimi tempi. Spesso è inutile, un po’ come lo è questo post 🙂

admin @ 2:15 am - Commenti (2)

December 24, 2006

Minipost: Esempio di blogmappa interattiva

Grazie a una segnalazione di eCuaderno mi sono divertito a visitare una blogmappa navigabile e interattiva bidimensionale (in francese), con tanto di zoom e ricerche e altro.
Si tratta della blogosfera politica francese divisa per aree politiche e nel complesso viene rappresentato un numero di blog abbastanza ristretto. Spero presto di vedere applicato un aggeggio simile alla blogosfera italiana o almeno a porzioni di essa.

La blogosphère politique
(Observatoire Presidentielle 2007)

admin @ 3:08 am - Commenti (11)

Il gioco del libro vicino

Tommaso Dorigo (blog in inglese) scienziato fisico e blogger accanito, mi invita a partecipare a un classico gioco blogosferico.

Il gioco del libro vicino
Prendere il libro più vicino.
Sfogliare sino a pagina 123.
Contare le prime 5 frasi della pagina.
Riportare nel blog le 3 frasi seguenti.
Suggerire il gioco ad altri 3.

Il divertente consiste nel passarlo ad altri tre blogger con un sorrisetto beffardo, compiaciuto e divertito 😀

Per via delle ultime diatribe inerenti l’autoreferenzialità nei blog, ho scartabellato "La Società Digitale" di Granieri per La Terza e poi l’ho posato accanto al pc nuovo ancora in posizione provvisoria qui accanto (ma estremamente comodo per appoggiare cose a portata di mano senza il senso di colpa d’incasinarmi questa scrivania).

La «tecnica dello spaventapasseri», infatti, non consiste tanto nel discutere il tema con una costruzione logica, quanto semplicemente nell’utilizzare argomenti destinati a mettere in cattiva luce l’avversario. Ma non può funzionare in un contesto in cui un argomento deve reggere alle obiezioni dei lettori (asincrone e provenienti da molti punti diversi), che sono liberi di emendare, correggere ed integrare il discorso.

Passo il testimone a:
Proeta
IlMignolocolProf
Bloggo Intestinale

admin @ 1:45 am - Commenti (9)

December 23, 2006

Buon Natale 2006

I miei migliori auguri
Buon Natale!

admin @ 12:01 pm - Commenti (10)

Tricologia del Cancro

Alcune premesse assortite
Il mio karma è curato da Giorgia, una mamma come tante altre con una storia come altre. A Babbo Natale ha chiesto ancora tanto tempo.

Nei giorni scorsi (un paio di settimane, non ricordo) l’ho visitato grazie a un suo commento. Oggi ho iniziato a leggerlo a ritroso, a partire dal primo intervento e mi sono ritrovato (un po’ scombussolato dai continui e improvvisi cambi di registro dovuti alla lettura senza interruzioni temporali) a ottobre 2006 in un battibaleno emozionato dalla lettura.

Quest’anno per la prima volta in vita mia sono stato ricoverato alcuni giorni per accertamenti. Diagnosi (seria e assolutamente ad ampio raggio, che reinterpreto): boh, lei è in buona salute, il suo malanno sarà stato uno sbiellamento nervoso o qualcosa che accade una volta su un miliardone senza spiegazioni e senza ripetersi.
In questi mesi siamo finiti o finiremo all’ospedale: io, mia madre, mia suocera, mia moglie, il gatto (per modo di dire), una cara amica, il figlio di un caro amico, e forse altri che dimentico. …In somma se non fosse che comunque tutto sembra filare liscio, avrei detto che mi avvolgeva una certa sfortuna. Invece, facendo gli scongiuri, è esattamente il contrario e un po’ di fortuna mi ha assistito.

Fortuna o non fortuna, io tendo a mugugnare non avendo sfortunatamente fede in alcun supporto dall’ultraterreno (e nemmeno nella sorte, naturalmente) e il confronto coi problemi degli altri addolcisce la pillola dei miei (se penso che tutto sommato sono fortunato rispetto ad altri, magari fortunati anche loro a loro modo …ma il discorso sarebbe lungo… allora mugugno di meno e mi sento più positivo).
Ad esempio dopo due o tre mesi di naja mi lessi “il Sergente nella neve” e mi resi conto dell’immensa fortuna che avevo a poter mugugnare di dover raccogliere aghi di pino nella neve in tempo di pace, invece di dovermeli magari anche mangiare in tempo di guerra. Ovviamente il fatto che i muli fossero stati da poco eliminati dall’attrezzatura bellica degli Alpini era stata comunque fonte, per me giovane recluta, di un enorme taglio del desiderio di mugugnare.
Questo per dire che a volte le esperienze degli altri, per quanto sia banale dirlo, aiutano. Se poi appaiono anche ben scritte e godibili, meglio. Dicendo questo non voglio paragonare il blog di Giorgia a un romanzo pilastro della letteratura italiana (o quel che è), ma alcuni post e alcuni racconti sono certamente piacevoli ed emozionanti secondo me.

Sono un fumatore. Prima o poi riproverò a smettere. Comunque sia, il pensiero del cancro ai polmoni ogni tanto appare. È una possibilità come quella di finire in un fosso con la macchina (altri scongiuri di rito). Nota per i giovani: recentemente mi è stato regalato un pacchetto di sigarette brasiliano con impressa l’immagine di una bocca rovinata da un qualche male provocato dal fumo. Disgustosa, altro che "rovina la pelle".

Sono brizzolato. …Penso sia l’unico aspetto pur se non positivo, almeno non negativo, per indicare i miei capelli senza cavilli ipocriti sul blog. Il mio parrucchiere di fiducia, soprattutto, mi ascolta con garbo e professionalità da paese se sono in vena d’attaccar bottone per parlare di cartoni animati o di mogli o di qualsiasi altra cosa, mentre provvede a dare una forma effimera alla mia corta chioma.

Ogni tanto mi capita di vedere donne con i capelli particolarmente corti o proprio "a zero". Con gli uomini non faccio caso ai capelli, a meno che non stuzzichino la mia invidia. Con le donne è diverso, anche perché essendo io un uomo etero forse ho uno sguardo istintivamente diverso.
Ricordo la festa di addio alla chemioterapia di un conoscente. Mi divertii un mondo. Non ebbi modo di reincontrarlo in giro. Dopo qualche settimana non potei andare al funerale. L’addio infatti riguardava la sua decisione di smettere di fare l’ennesimo ciclo di chemio ben sapendone l’inutilità accertata nel suo caso oramai avanzato e veloce e in mancanza di qualsiasi altra terapia. Era pelato, così come milioni di altri uomini. Ho fatto l’associazione cancro-pelato poco prima di mettermi a digitare questo post.
«Già! Anche [omesso] era rasato… mhmm …e no ca**o lui doveva essere pelato proprio se faceva la chemio, eh!» …quel genere un po’ stupido di pensieri.

Fine delle premesse.

Giorgia a fine ottobre ha inserito un breve post dove descrive un aspetto della ricrescita dei suoi capelli con il senno e il sorriso del "dopo".
Dopo averlo letto, ho pensato:
«Già! Eh, eh, eh, le solite donne che capelli e parrucchieri… ma-da-chi-vai? e-le-mesc-come-le-fai-fare? mi-ha-preso-tot-solo-per-pettinarmi! sono-due-settimane-che-li-ho-così-(grrrr).» …quel genere un po’ stupido di pensieri.

Aggiornamento 10 febbraio 2007:
Giorgia mi segnala nei commenti:
finalmente ci sono andata dal parrucchiere!
🙂

admin @ 11:56 am - Commenti (7)

Gattostanreferenza

Eio’, a proposito di autoreferenzialità, l’ha definito "il miglior post sull’argomento", e dopo anni che se ne parla in blogosfera, direi che ha ragione da vendere.
No, non si riferiva alla filastrocca (presa a termine di paragone), ma a questo post di Stark
😀

– – – –

Da un paio di mesi Mardin ha tralasciato d’aggiornare il blog impegnata a portare a termine altre faccende. Nell’attesa, mi sono permesso di chiederle per favore un post per Natale.
Mi ha esaudito con questa poesia.

– – – –

Ringrazio chi ha gradito la filastrocca sull’autoreferenza (dandomi l’occasione di autoreferenziarmi con mia moglie).
(in ordine sparso)
jtheo (qui)
Gaspar Torriero (qui)
Zu (qui)
dudcheque (qui)
eiochemipensavo (qui)
Dario Salvelli (qui)
maje (qui)
af (qui)
Se ho dimenticato qualcuno si segnali e l’aggiungerò.

admin @ 11:27 am - Commenti (6)

December 22, 2006

Minipost: ancora un attimo

Giri in giro da girare.
Gente a pranzo (pizza a domicilio e amen).
e quel bacio un po’ prolungato…
Ancora un attimo e arrivo per gli auguri e il resto… Domani.

admin @ 1:16 pm - Commenti (3)
Email: gattostanco @ gmail.com
FeedBurner:  GATTOSTANCO FEED powered by FeedBurner

gattostanco ...appunti (sospeso)
gattostanco FriendFeed
BlogBabel - BlogItalia - Wikio
Memesphere - Filter 4.0

Ultimi commenti

  • iso: Tutti i blog muoiono prima o poi
  • luca nonno lodi: Che meravigliosi ricordi! Il COF all’anice, alla menta o al tamarindo li rivedremo mai più??...
  • Ibadeth: Gatto stanco, che fine hai fatto? Non scrivi più?
  • NEVIO MICHELOTTI: le offerte si trovano. le reclami sono belle,ma i risultati spesso deludenti.quando vuoi reclamare...
  • NEVIO MICHELOTTI: avevo alice analog è stato offerto alice voce non probemcon offerta del decoder (ANNO2006) il...

Trackback:

Poltrona del gatto

Chi sono?
Il Tao della Suocera
La Blogfoucauld

 AZIONISTA IMMANET - NET TO BE di ROBERTO GRASSILLI

Ospitato da Anomalia grafica
Template by Principe
Traduzione in giapponese (KutaKuta Neko) di Gilgamesh
Favicon di Ted

Cerca in gattostanco

Blogosfera

Black Cat
Annarita
Anomalia Grafica
calzino spaiato
(C)assetto Variabile
Cletus
DElyMyth
eiochemipensavo
Gaspare
giuliomozzi (sospeso)
Grassilli Warehouse
kimota
La pupa c'ha sonno
Louie
Marco Candida
marcoscan
Myst
night passage
Papino & C.
Perché no?
Principe
Radici dell'ozio
Scopriamo l'acqua calda
Shangri-La
Un altro tempo
8:49 pm
Alessandra Galetta
All about nothing
Akatalepsia
Andrea Beggi
Bloggo Intestinale
Blog Notes
Blogsenzaqualit
Bottega di Lettura
Cabaret Bisanzio
caracaterina
Ciccsoft
Corax
Daveblog
Debito di sonno
Deeario
diario di Untitled io
Diario Semistupido
Dorigo - in inglese
eCuaderno - in castigliano
EmmeBi
Errore 404
Falso Idillio
Gaspar Torriero
Gattusometro
Giavasan
Gilgamesh
Giovani Tromboni
Giovy's blog
giuseppe genna
gruppo h5n1
Haramlik
Herzog
Il Mignolo col Prof
il mio karma
il Morso della Vipera
il sentiero giusto
il Tao dei blog
iMod
Incipiterazioni
Inkiostro
Intempestiva
jtheo
Kurai
letturalenta
Luca Conti
Luca De Biase
mae*
Macchianera
Manteblog
.Mau.
MeicheNada
Momoblog
Nyft
Numerabile
officialsm
Paese d'ottobre
Paolo Valdemarin
Pandemia
Pasta Mista
Peluche - in castigliano
PensieriInecCesso
Personalità Confusa
Phoebe
Placida Signora
Quasi.dot
Qix
Rael
Ramon Ananos - in castigliano
Reflexiones e irreflexiones
Rolli
Sai tenere un segreto?
Salgalaluna
Scintilena
Secondo Piano
Sergio Maistrello
SmokingPermitted
Stefano Salvi
Squonk
Surreale
Terre Alte
To drown a rose
Tom
Uccidi un grissino
Webgol
Vibrisse, bollettino
Wittgenstein
vogliaditerra
xantology
Zio Burp
Zop
Zu

Varie

Feed by gattostanco
RSS Atom
Commenti
RSS parziale

Feed by FeedBurner


Blog link by Technorati

Wikio - Top dei blogs





 STATISTICHE

porticina: Login