Archivio per February, 2007

February 28, 2007

BlogItalia e la classifica blog di Pavia

Mia moglie si è addormentata nel lettone davanti a San Remo a metà canzone di DJ Francesco (o come si chiama ora) e il suo babbo. Prima abbiamo commentato insieme i capelli di Baudo e il suo trucco pesante, poi abbiamo stroncato il vestito orrendo della svizzera.
Su La7 era riproposto per l’ennesima volta Papillon (gran mito).
Volevo fare un mega post commentando ampiamente alcuni interventi altrui raccolti in del.cio.us che hanno sbizzarrito molti miei pensieri, ma ho deciso di rimandare distratto da altro ben più positivo e divertente: le classifiche provinciali di BlogItalia.

Sapevo dei recenti cambiamenti di BlogItalia, a partire dal logo, ma non avevo mai trovato tempo e voglia di approfondire la nuova veste e le nuove funzionalità.
Questa sera via feed ho letto questo post di The Mangia dove ringrazia per la sua posizione nella classifica blog della provincia di Pavia stilata quotidianamente da BlogItalia e sono rimasto a sfogliarla (a parte i blog presenti che seguo già).

A mio parere non è tanto importante la posizione nelle classifiche provinciali, quanto il fatto che scremi in sostanza i blog attivi da quelli inattivi. In precedenza l’elenco provinciale dei blog era statico e mostrava accanto ai blog attivi anche i blog chiusi o abbandonati che non erano stati cancellati dai proprietari dagli elenchi di BlogItalia. Ora questo problema (per me che ogni tanto apprezzo ancora il fascino della scoperta di altri blog e sono curioso dei fatti dei miei vicini) è in parte stemperato al sole di questo caldo febbraio (oggi mentre guardavo lavare la macchina ero in camicia all’ombra).

admin @ 12:11 am - Commenti (5)

February 27, 2007

Rifaranno Italia.it (i blogger)

Non mi lancio anch’io nella giusta e civile opera di critica al portale Italia.it ampiamente demolito da chiunque in blogosfera:viene considerato uno spreco immenso di denaro pubblico per un progetto risolto malamente in ogni fase.
Nei miei link del.icio.us mi sono appuntato un mantepost dove appare chiaro che gli stessi curatori del sito sono precipitosamente corsi a cancellare i propri nomi per evitare di essere citati nei prossimi post d’indignazione pubblica (la mia nota al riguardo è un tantino forte: I curatori di quella vergogna immonda per l’intera società italiana che è Italia.it si vergognano di mostrare i loro nomi. Che squallore ridondante! perché mi diverto così e nel semiprivato qualche tono stonato mi esce).
L’esperienza professionale mi ha insegnato che anche nella virtualità della rete, essendo comunque i soldi sempre tangibili, lo spulciare il lavoro altrui con pedante buon senso è spesso fonte di epiteti antipatici o persino legnate (che ho evitato per un pelo e che hanno fatto la mia fortuna convincendomi a rendermi assai poco raggiungibile e quindi ricercato… ma questi sono affari miei).

Una parte della blogosfera tecnica ha deciso non solo di stroncare il sito, ma di realizzarne uno ex novo per mostrare come poteva essere fatto.
Le persone interessate si stanno organizzando per incontrarsi e raggruppando nel seguente wiki (un "wiki" è un sito web studiato per coinvolgere diversi autori attorno a un tema):

RItaliaCamp

Come blogger sono entusiasta. Penso sia ovvio.

Soprattutto sono entusiasta come cittadino.

Le aziende coinvolte nel progetto Italia.it (al momento trovo indicate: IBM Italia S.P.A, ITS S.p.A e Tiscover AG), o quelle che avrebbero potuto esserlo, la prossima volta staranno più attente, mi auguro, prima di entrare in un progetto governativo in rete che possa essere oggetto persino delle più basse battute o illazioni che perdurano nel tempo sino a quando i relativi blog restano raggiungibili e indicizzati dai motori di ricerca.
Non credo che i tempi siano ancora maturi da permettere ai politici coinvolti, e primi responsabili dell’accaduto, di prendere atto delle critiche e dello sdegno blogosferico, però penso sia un altro piccolo passo in avanti in tal senso per il futuro.
Da pagatore di tasse (quasi tutte) sarei ben lieto se i soldi stanziati per il mantenimento prossimo di Italia.it venissero dirottati al gruppo di lavoro spontaneo in procinto di mettersi all’opera. …E sogno che in futuro qualche politico lungimirante (che comunque avrebbe da guadagnare ampiamente in termini politici) del Dipartimento per l’Innovazione e le Tecnologie adottasse la politica di chiedere in modo trasparente alla rete di realizzare un progetto web di ampio respiro (il quale anche se pagato profumatamente, finirebbe col costare dieci volte di meno ed essere gagliardo e funzionale dieci volte di più) …Così magari se avanzano dei soldi qualche collega parlamentare potrebbe decidere di aumentare un pochino la pensione a mia suocera (oltre a stroncare la mia che non esisterà più, ammesso che riesca a vivere fino a duecento anni), la quale, poverina, se ne frega di Italia.it, ma s’incavola a sapere quanto le è costato e vota alle elezioni ogni volta tenendo una mano sul cuore e l’altra al borsellino (e purtroppo le manca una terza mano per pararsi dai colpi bassi dello spreco istituzionale).

Anche a nome di mia suocera,

grazie RItaliaCamp!

Aggiornamento 01-03-2007
Nei commenti Riccardo Cambiassi precisa (e lo ringrazio):
L’idea non è quella di rifare il sito, ma piuttosto quello di creare un documento di progetto che dettagli come andrebbe ristrutturato italia.it per essere degno di tale "dominio".
E l’idea è coinvolgere non solo le risorse tecniche ma tutte le competenze (e sono tante) necessarie a realizzare un portale turistico (dopotutto tutti noi siamo turisti…).

admin @ 3:14 pm - Commenti (6)

Minipost: il 7 marzo esce Rio

"Rio" è il nuovo romanzo di Leonardo Colombati, già autore di "Perceber" (del quale digitai i miei pensieri qui).
Dopo la mia precedente esperienza (nel bene e nel male) di lettore con il romanzo d’esordio, non vedo l’ora di stringere la sua nuova fatica.
Esce il 7 marzo per Rizzoli nella collana 24/7.

admin @ 3:39 am - Commenti (5)

TuoVideo.it: il video tricolore

Ho girovagato qualche minuto nel nuovissimo giocattolo di Marco Camisani Calzolari:

TuoVideo.it

Si tratta di una specie di YouTube, tanto per intendersi.
Viene proposto con l’inventiva italiana e ad essa è dedicato.
La novità è appunto rappresentata dall’essere in italiano ed essere realizzato per ospitare video in lingua italiana (e quindi anche per attrarre investimenti pubblicitari nostrani).
Non ho provato a inserire un video, ma ne ho visti alcuni senza trovare la minima difficoltà.
Questo è il videopromo di TuoVideo.it.
Per curiosità dell’eventuale visitatore incollo i principali canali attualmente disponibili (le parole chiave sono libere) nell’ordine presente adottato dal sito: Politica, Donne, Divertimento, Animali, Sport estremi, Viaggi, Arte, Feste, Architettura, Musica, Aziende, Televisione, Sport, Tecnologia, Bianco e nero, Video stranieri, Automobili, Scienza, Cinema, Storia.
Segnalo la mancanza del canale ‘uomini’.

L’esperienza di navigazione, a parte pochi spigoli che verranno certamente smussati a breve, a me è parsa ampiamente soddisfacente. Mi sono persino registrato (nel caso decidessi di mettere on line un video del mio gatto).

admin @ 2:42 am - Commenti (0)

February 26, 2007

Cinema muto e bluEsForCE a Pavia

Questa città, Pavia, a volte riesce a sorprendermi in bene.

Il cinema muto per me è una vaga idea rispecchiata nelle comiche di un tempo e in qualche capolavoro del quale magari ho letto qualcosa, ma che mai ho visto.
E la mia percezione della musica si ferma al Vasco d’annata e a un ascolto di alcune stazioni radio di tipo automobilisto o durante le mie cooksession in cucina.
Eppure ho piacere di segnalare una iniziativa particolare:

bluEsForCE (sito flash) è un collettivo di musicisti dalle singole radici piuttosto diverse (blues, rock, jazz, electro) che ha deciso di musicare dal vivo una serie di film muti.
In questo post di Zio Burp tutte le info e i link del caso (la rassegna inizia domani 27 febbraio).

admin @ 1:35 pm - Commenti (0)

Alex Fringberger, mito letterario.

La pregiatissima Bottega di Lettura ha deciso di dedicare una intera sezione al grande mito letterario Alex Fringberger.

Attualmente la Bottega ospita due letture di Cletus (cito: lo stile narrativo, asciutto, ricorda il migliore Cortazar,[…] inducendo anche il lettore più attento, alla cosidetta sospensione dell’incredulità, per portarlo a riflettere, per vie traverse, sull’umana condizione e sui devastati rapporti sociali che ci viviamo, ancora oggi.) e una di Giulio Mozzi (cito: grazie dunque a chi, facendoci dono di una copia, ci ha permesso di attingere nuovamente alle altezze di uno dei più grandi pensatori e scrittori del Novecento.)

Da tempo oramai non inserisco una mia lettura in Bottega. Però mantengo il privilegio di poterne seguire le conversazioni interne nel retrobottega. Dapprima per mio demerito non avevo colto l’importanza e la profondità di Alex Fringberger non avendo letto con attenzione la prima appassionata recensione di Cletus, ritenendola la lettura del solito libriccino introvabile e del tutto per amatori. Poi nel retrobottega hanno iniziato a circolare email e confronti sull’importante autore e per forza di cose mi sono incuriosito. Una rarissima immagine di Fringberger ha finito per diventare una sorta di santino della letteratura per i lettori/autori della Bottega. In somma l’opera fringbergeriana secondo il nostro parere (talvolta autorevole) merita di essere affiancata alle altre sezioni al pari della narrativa statunitense o la poesia tedesca.

Concludendo queste mie povere frasi, ritengo d’obbligo ringraziare i Bottegai attivi: prima di parlare di letteratura, la leggono.

Nota: alcuni visitatori abituali della Bottega fremono da quando in via confidenziale è stato dato loro il lancio della prossima uscita di una terza recensione di Cletus.

admin @ 12:58 am - Commenti (0)

February 25, 2007

Ho bisogno di tempo

Ho 4.000 post arretrati, in aumento costante, ancora da leggere. Mi trovo nella odiosa situazione di dovere sfrondare alcuni argomenti.

-Salterò a piedi pari quelli di stampo politico (anche se mi perderò delle grasse risate guadagnando di evitare arrabbiature inutili) e me ne resteranno ancora parecchi.
-Salterò quelli di presa in giro del nuovo portale istituzional-turistico italiano che chiaramente è una bufala pazzesca e il solito spreco immane e immondo di soldi pubblici.
-Salterò di leggere i post arretrati della Bignardi (perchè da quel che ho visto non ci sono ispiratrici fotografie a mezzobusto a corredo degli interventi e nemmeno un’intervista) (sarebbe bello se il suo staff autorale decidesse di proporre interviste a blogger sul blog ospitatole da Style.it con birretta virtuale).
-Salterò i riferimenti al nuovo acquisto di Dada nel panorama blogosferico Made in Italy. Ovviamente credo inizierò finalmente anch’io a digitare bene a proposito dell’azienda, giusto per scaramanzia.
-Salterò i post riguardanti la Z-list. A me sembra un gesto antipatico e servito freddo. Capisco che vuole essere esattamente il contrario nelle intenzioni, ma non piace proprio come viene proposto. Penso sarebbe assai più interessante se un blogger della A-list investisse il proprio prezioso tempo per presentare compiutamente uno o due blog ‘piccoli’ piuttosto che offrire un gruppo di link a pera. In concreto suggerisco di digitare perché un blog piccolo interessa la blogstar evitando blogroll in un post che potrebbe apparire una elemosina. Ora capita più raramente di un tempo, ma personalmente ho sempre ritenuto una buona cosa spiegare e presentare in un post dedicato un blog che desideravo segnalare (ma noi della Z-list ci accontentiamo di risalire sino alla X-list dei blogger mutanti 😀).

admin @ 6:18 pm - Commenti (4)

February 23, 2007

Resoconto della settimana

La scorsa settimana non è terminata nel migliore dei modi. Un fiacco San Valentino rientra nelle possibilità di un qualsiasi matrimonio. Scoccia, ma passa via.

Questa settimana è stata decisamente peggiore.

A impegnarmi negativamente hanno pensato due scappate al pronto soccorso per due persone diverse. Non ero io l’interessato e nemmeno ero troppo preoccupato (la prima volta mi sono persino portato da leggere per ingannare il tempo dell’attesa).
Poi abbiamo "fatto visita" a una conoscente di mia moglie che ha lasciato questo mondo un tantino prematuramente (senza nemmeno passare da un prnto soccorso).

Mia suocera sembra essersi innamorata dei grandi centri commerciali. Mi sento insensibile ad accostare questo piccolo evento a fatti ben più, ma la gravità delle cose è relativa in base a chi la osserva e dalla vicinanza agli eventi e dalle possibili ripercussioni sulla propria esistenza.

Ovviamente un paio di altre cosette che aleggiavano nell’aria si sono concretizzate proprio nei giorni scorsi. Una buona e una cattiva. In ogni caso anch’esse hanno avuto bisogno di una certa attenzione.

Persino il governo è caduto. Non mi dispiace che si sia rovinosamente accartocciato (o che sia stato fatto inciampare apposta, perché trovo difficile credere che D’Alema sia andato a prendersi una tale facciata senza un piano B) su una questione stratosfericamente di principio come la guerra. Mi dispiace che questo avvenimento comporterà tetre conseguenze per gli ultimi scampoli di una politica fatta col cuore (o col cu*o a seconda dei punti di vista) a scapito della politica irreggimentata fatta col portafoglio; e mi dispiace per la baldanza che il fatto semb aver dato a piccoli esseri ignobili (pur se legittimamente votati, all’apparenza).

Aveva ragione la Placida nel commentare che la loro vita termina troppo in fretta. Sempre fidarsi delle blogger: ho fatto ampia scorta :).

Uh. Sembra che non riesca a postare.

Ho scritto a Dario e tutto sembra essere andato a post automagicamente (è bastato mostrare i pugni a WordPress e agitare lo spauracchio dell’intervento riparatore di Dario e tutto è ritornato nella norma!).
Ok, buon weekend a me e a chiunque passi.

admin @ 11:54 am - Commenti (4)

February 21, 2007

Il sogno di Orlando

Silviu’ nei commenti al post precedente ha lasciato un criptico tazebao che raccolgo (non avendo pesce o patate da avvolgere e avendo un attimo di pace per distrarmi un attimo dagli impegnativi affari miei di questi giorni). …Si parlava di suocere e guerre nei commenti a un post ancora precedente (per chiarire la genesi del suggerimento).

– – –

quando torni, se hai trovato i fiammiferi, c’avrei un tazebao (scusa il linguaggio desueto):
"se stamattina, o nei prossimi giorni, vi vien voglia di fare qualcosa di carino, tenero e gratuito (anco solo uno dei tre va bene) prendete una bella busta e ci scrivete sopra l’indirizzo:
bozidar stanisic
via ***
33050 Zugliano (ud)
dentro ci mettete un foglio con su scritto il vostro di indirizzo, la frase "mi interessa il sogno di Orlando" e 10 o 15 euro. anche di più se vi gira, non di meno.
fatelo senza aspettarvi niente di preciso, se non la sicurezza che questa non è una catena di Sant_Antonio.
se quello che vi arriverà (è sicuro che arriverà) vi farà almeno sorridere, beh, avrete fatto felice anche me (oltre che voialtri) e naturalmente il bozidar."
ho scoperto una volta che, quando le cose van male, la cosa migliore da fare (per star meglio tu) è fare qualcosa per qualcun altro.
fanne l’uso che preferisci, i tazebao servono anche a incartare il pesce o le patate, volendo.

– – –

La via l’ho asteriscata io. Le minuscole sono di silviu’.
Non mi piace mostrare l’indirizzo completo. Per farmi perdonare di aver censurato un dato importante a rintracciare l’autore per richiedere la sua ultima pubblicazione, ho fatto qualche ricerca (anche se inevitabilmente svelo in parte quel "niente di preciso" proposto da Silviu’):
Qui (sul server del Dipartimento di Italianistica e Spettacolo – La Sapienza di Roma) è possibile trovare l’indirizzo dell’autore e, mi pare, l’intero "Il sogno di Orlando" in un unico paginone web.
Qui (all’interno del sito Sagarana) il resoconto completo e ricco di un seminario-lettura con Bozidar Stanisic (e Gabriella Ghermandi).

Prima di ora non avevo la minima idea di chi fosse Bozidar Stanisic, anzi non saprei nemmeno dire quale sia il nome e quale il cognome.
In un articolo (dell’Osservatorio sui Balcani) del 2004 ho letto che è scappato dalla Iugoslavia dov’era professore, ora lavora come metalmeccanico in Friuli da esule bosniaco. Scrive poesia, prosa e pièce teatrali.

PS: grazie al suggeritore per il tazebao 😉

admin @ 7:00 pm - Commenti (1)

Minipost di servizio: Torno subito

M’ero dimeticato di esporre il cartello:
– torno subito –

admin @ 9:38 am - Commenti (6)
Email: gattostanco @ gmail.com
FeedBurner:  GATTOSTANCO FEED powered by FeedBurner

gattostanco ...appunti (sospeso)
gattostanco FriendFeed
BlogBabel - BlogItalia - Wikio
Memesphere - Filter 4.0

Ultimi commenti

  • iso: Tutti i blog muoiono prima o poi
  • luca nonno lodi: Che meravigliosi ricordi! Il COF all’anice, alla menta o al tamarindo li rivedremo mai più??...
  • Ibadeth: Gatto stanco, che fine hai fatto? Non scrivi più?
  • NEVIO MICHELOTTI: le offerte si trovano. le reclami sono belle,ma i risultati spesso deludenti.quando vuoi reclamare...
  • NEVIO MICHELOTTI: avevo alice analog è stato offerto alice voce non probemcon offerta del decoder (ANNO2006) il...

Trackback:

Poltrona del gatto

Chi sono?
Il Tao della Suocera
La Blogfoucauld

 AZIONISTA IMMANET - NET TO BE di ROBERTO GRASSILLI

Ospitato da Anomalia grafica
Template by Principe
Traduzione in giapponese (KutaKuta Neko) di Gilgamesh
Favicon di Ted

Cerca in gattostanco

Blogosfera

Black Cat
Annarita
Anomalia Grafica
calzino spaiato
(C)assetto Variabile
Cletus
DElyMyth
eiochemipensavo
Gaspare
giuliomozzi (sospeso)
Grassilli Warehouse
kimota
La pupa c'ha sonno
Louie
Marco Candida
marcoscan
Myst
night passage
Papino & C.
Perché no?
Principe
Radici dell'ozio
Scopriamo l'acqua calda
Shangri-La
Un altro tempo
8:49 pm
Alessandra Galetta
All about nothing
Akatalepsia
Andrea Beggi
Bloggo Intestinale
Blog Notes
Blogsenzaqualit
Bottega di Lettura
Cabaret Bisanzio
caracaterina
Ciccsoft
Corax
Daveblog
Debito di sonno
Deeario
diario di Untitled io
Diario Semistupido
Dorigo - in inglese
eCuaderno - in castigliano
EmmeBi
Errore 404
Falso Idillio
Gaspar Torriero
Gattusometro
Giavasan
Gilgamesh
Giovani Tromboni
Giovy's blog
giuseppe genna
gruppo h5n1
Haramlik
Herzog
Il Mignolo col Prof
il mio karma
il Morso della Vipera
il sentiero giusto
il Tao dei blog
iMod
Incipiterazioni
Inkiostro
Intempestiva
jtheo
Kurai
letturalenta
Luca Conti
Luca De Biase
mae*
Macchianera
Manteblog
.Mau.
MeicheNada
Momoblog
Nyft
Numerabile
officialsm
Paese d'ottobre
Paolo Valdemarin
Pandemia
Pasta Mista
Peluche - in castigliano
PensieriInecCesso
Personalità Confusa
Phoebe
Placida Signora
Quasi.dot
Qix
Rael
Ramon Ananos - in castigliano
Reflexiones e irreflexiones
Rolli
Sai tenere un segreto?
Salgalaluna
Scintilena
Secondo Piano
Sergio Maistrello
SmokingPermitted
Stefano Salvi
Squonk
Surreale
Terre Alte
To drown a rose
Tom
Uccidi un grissino
Webgol
Vibrisse, bollettino
Wittgenstein
vogliaditerra
xantology
Zio Burp
Zop
Zu

Varie

Feed by gattostanco
RSS Atom
Commenti
RSS parziale

Feed by FeedBurner


Blog link by Technorati

Wikio - Top dei blogs





 STATISTICHE

porticina: Login