Archivio per la categoria 'Blogosfera'

December 13, 2008

PslA (anzi PviP) 2008

Questo Natale il consueto appuntamento con i PslA "Post sotto l’Albero" per me si è trasformato in un PviP "Post vicino al Presepe" (la gattoconsorte ed io non abbiamo fatto l’albero quest’anno).
L’ho stampato in un tutte le cento e fischia pagine (che ho numerato a manina con una biro), senza rilegarlo in alcun modo ed ora è proprio fisicamente vicino al presepe. Sarà un regalo per una persona amica. Non l’ho letto ancora tutto, preferendo centellinarlo, ma la decisione di regalarlo era presa prima ancora dell’uscita (in base al detto che le vie alla blogosfera sono infinite, l’importante è arrivare).
Ringrazio il curatore, Sir Squonk, e tutti coloro che hanno inviato un loro scritto.

Anche quest’anno ho resistito alla tentazione di inviare anch’io qualcosa. Ero indeciso se romanzare brevemente il Natale trascorso in caserma durante la naja, fatta il millennio scorso, o se digitare un raccontino di fantascienza a tema natalizio. Anche quest’anno ho fatto proprio benone a trattenermi: a prescindere dalla qualità della mia scrittura, quel Natale di naja lo racconto tutti gli anni alla gattoconsorte e già la prima volta si addormentò prima ancora che giungessi al momento del brindisi (da allora lo spezzetto in vari frammenti nell’arco delle Feste in momenti nei quali non può sottrarsi facilmente), mentre il racconto fantanatalizio lo ha scritto, con citazioni di tutto rispetto, Keplero.

Sarà proprio il regalo migliore che farò questo Natale. O almeno che sento di più.

admin @ 6:04 pm - Commenti (8)

November 9, 2008

Differenziare i link tra veri e no

Mi permetto di dare un suggerimento ad personam* non richiesto a Catepol (anche se certo non ha bisogno delle mie ideone* in fatto di links*).
Anzi, più che altro la mia vuole essere una modesta proposta fatta semplicemente da un tizio che ha un blog*, senza alcuna intenzione di fare un colpo di teatro* nella speranza di ricevere attenzione dai blog* di BlogBabel* e affini.
Soprattutto, in realtà, mi rivolgo a lei come sostanzioso esempio di coloro che in blogosfera* presentano i propri articoli* altrettanto ricchi di link* interni.

Da qualche tempo Cate ha iniziato a linkare all’interno dei propri post delle parole collegandole a categorie del proprio blog, creando catene* di rimandi all’intenro dei propri scritti. A priori non sono contro l’espediente blogosferico e web* di linkare i tag (o le tag che dir si voglia). Però sono un vecchio navigatore, con ampia considerazione dei link* espressi in un testo, e mi confondo e mi infastidisco a leggere un testo zeppo di link* che considero inutili (che lo siano o meno per il visitatore qualsiasi è questione che non affronto). Questa sorta di stress dovuto alla politica* di qualche blogghetto o deciso da qualche editore nanopublishing che vive di reclame* lo tollero più facilmente, mentre in un blog indipendente mi stressa e, fatto importante a mio parere, mi distrae dai contenuti quando passo in rassegna i post (con la velocità dettata dalla quotidianità*).

Mi permetto, quindi, di suggerire di differenziare i link* in uscita dal post tra i veri collegamenti e gli altri quelchesono.

Spero di non apparire una suocera* che non riesce a farsi i fatti suoi sonnecchiando davanti alla televisione* domenicale e, comunque, mi auguro benevolenza dalla interessata 🙂
Nel digitare il presente post ho preferito inserire un asterisco invece di cogliere l’occasione di cedere alla curiosità (come ogni gatto*) di offrire anch’io citazioni* interne (senza un sistema automatico mi è apparso un lavoro* troppo gravoso).

Nota:
* Categoria di questo blog*

Aggiornamento del giorno dopo:
I link alle categorie sono spariti nei post di Cate (non certo per via di questo mio post e questo spero sia ovvio anche al visitatore occasionale più distratto).
Mi rallegro che la prova abbia avuto termine. E spero possa essere un valido esempio.

admin @ 4:26 pm - Commenti (4)

September 17, 2008

Interviste doppie? Due chiacchiere!

Lunedì scorso camu ha iniziato una serie di interviste doppie rivolte a blogger (non certo a caso il suo blog si chiama "Due Chiacchiere").
La prima offre una panoramica sulla blogosfera data da Emanuele (aka P|xeL) e Giovambattista Fazioli sulla base di cinque domande comuni. Gli argomenti vanno da BlogBabel -a proposito, colgo l’occasione per ringraziare i curatori del fatto che ora le segnalazioni dei blog e dei tumblr sono mostrate in maniera distinguibile a colpo d’occhio (avrei dovuto fare un post apposta, ma non volevo dare l’impressione di considerarmi presuntuosamente il suggeritore)- …dicevo… le domande poi passano per l’anonimato e arrivano alla accessibilità.

E allora ?

Ho trovato un ambiente accogliente, come sempre da camu, e una buona dose di simpatia nelle intenzioni dell’intervistatore e nel risultato ottenuto. Mi appare un proposito sfizioso portato avanti con la giusta dose di curiosità unita a una ben dosata serietà.

E allora !?!

Tra i prossimi intervistati doppi ci sarò anch’io.
Non conosco chi sarà l’altro (o l’altra… in questo caso dovrei chiedere alla gattoconsorte se posso partecipare :D) e penso di non insistere per saperlo in largo anticipo. Però attendo con ansia le cinque domande trepidando: finalmente, dopo tanti anni di onorata presenza nella blogosfera italiana, c’è qualcuno che vuole farmi delle domande senza prima sapere il mio nome. Spero soltanto che le mie risposte non saranno noiose e incomprensibili come al solito, ma che saranno soltanto banali (mi applicherò allo scopo, a beneficio dell’altro intervistato :D).

admin @ 12:58 am - Commenti (27)

September 11, 2008

Paralimpiadi 2008 su Blogosfere.it

Segnalo che Blogosfere continua a seguire gli atleti italiani impegnati a Pechino nelle Paralimpiadi (un tempo paraolimpiadi) nel blog dedicato e altrove.

Desidero anche ringraziare Piero Babudro senza il quale probabilmente mi sarei dimenticato (anch’io) delle paralimpiadi. Piero, oltre a molto altro, è l’addetto stampa del Comitato Paralimpico lombardo che collabora attivamente alla copertura data da Blogosfere all’evento paralimpico.

A margine…
Sinceramente sono dispiaciuto che Mamma Rai e parte della blogosfera abbiano praticamente già chiuso il capitolo olimpico. Ma non ne sono stupito.
Piuttosto mi stupisce che persino Fratel Google si sia dimenticato dell’altra metà delle Olimpiadi nei suoi loghi e loghetti (dopo la doppia gaffe Dell/Meucci ho il dente allegramente avvelenato ;D).

admin @ 11:27 am - Commenti (0)

September 8, 2008

Amichetti di blog al voto

Le votazioni on line dei Macchianera Blog Awards di quest’anno hanno raggiunto la fase finale.
Nel condominio diludovico.it Eio e Kimota sono tra i finalisti.
Eio concorre nella categoria blog letterari e con Phonkmeister nella categoria miglior grafica. A proposito di queste due nomination (con tutto il rispetto, la stima e l’affetto per Eio che spero di non aver mai mancato di esprimere pienamente): fatico a farmene una ragione e continuo a considerare il visitatore medio di Macchianera rappresentante della parte fulminata della blogosfera :D).
Kimota è tra i candidati nella categoria photoblog.
Congratulazioni sincere, devote e votate.
Purtroppo occorre esprimere un voto per ogni una categoria. Quindi una marea di voti saranno dati a caso. Questo non toglie completamente il consueto divertimento di partecipare al gioco organizzato da Gianluca Neri. Purtroppo anche quest’anno mancava fin dall’inizio la categoria "blog più noioso" e quindi le mie speranze di partecipare un giorno almeno alle fasi iniziali di selezione rimangono tali.

Aggiornamento:
Nella categoria Miglior Podcast – Trasmissione radio è presente Hellzabloggin’ con Diario di un vizio curato con Diderot.
Mi scuso con gli interessati per la precedente imperdonabile omissione.
Spero di non aver dimenticato altri diludovicani (siamo pochini, eppure gagliardi -escluso il sottoscritto, che ormai mostra segni evidenti di rincitrullimento galoppante-: un inserzionista farebbe un affare.)

Cambiando discorso, rimanendo in tema di amichetti di blog:
Il mio FriendFeed (mi ha un po’ distratto dal blog nelle ultime settimane). Soprattutto segnalo la presenza della room Pavia.
E pure il FaceBook (prometto di non spammare se qualcuno vuol diventare mio amico).

admin @ 9:39 am - Commenti (7)

July 24, 2008

Memesphere (e un pistolotto ingenuo)

Memesphere mostra le conversazioni e le tematiche blogosferiche più gettonate. Non ci sono classifiche. Non c’è la funzione cerca Il motore di ricerca interno è ora parzialmente implementato. Ma è ancora in versione beta e nel corso del tempo qualcosa s’aggiungerà.
A me piace la netta divisione tra le discussioni che puntano a un post di un blog e quelle che puntano solamente a un articolo di giornale. Avendo io radicato profondi pregiudizi nei confronti della qualità dei quotidiani, adoro questa separazione (in questo modo posso scegliere se passare l’occhio o no sopra le conversazioni nate dal mainstream secondo la definizione di Memesphere).
Per quel che riguarda il resto, dall’impostazione generale alle singole opportunità date per navigare la rete, non mi dilungo: sembra promettere bene e offre già molto.

Pistolotto:

A margine mi segno una impressione nata da una comparazione superficiale tra Memesphere con BlogBabel questa mattina. All’incirca sono gli stessi contenuti testuali quelli mostrati.
Se BB dichiara di basare i propri dati sull’analisi di tredicimila blog, Memesphere ne dichiara undicimila. La differenza c’è, ma a me che sono ignorante non mi pare una gran differenza. Tanto per dire, anche Wikio dichiara una cifra simile [come mi è stato fatto notare, sono invece dichiarati quasi ventiduemila weblog attualmente] di blog monitorati, se ricordo bene. Ma Wikio ha una impostazione diversa nel presentare i risultati e nel rielaborarli (almeno un paio di volte mi sono confuso nei suoi meandri) e quindi in questo post non la considero (“la”: istintivamente la considero al femminile, magari mi sbaglio).
Sempre basandomi sulla mia ignoranza, immagino siano all’incirca gli stessi (soliti?) blog. E questo mi pare comprensibile. Non cado nel turbine litigioso di chiedermi se siano rappresentativi di qualcosa e quanto lo siano. Però inzio a pensare che siano pochini o in parte limitanti (il che non significa irrilevanti) per quelle che sono le mie aspettative da servizi di analisi della blogosfera.

Mi spiego. O almeno ci provo. Alla gattostanchesca.
Guardando le conversazioni di Memesphere e BB mi sembra di ritrovare la blogosfera che seguo, o che almeno è presente nel mio aggregatore. Pur essendo verissimo che così ho la possibilità di vedere in poche occhiate quel che ha maggiormente colpito l’attenzione degli altri, mentre sfogliando semplicemente il mio aggregatore dovrei stancarmi a rendermi conto di cosa ha più colpito gli altri, mi sembra di trovarmi davanti a un riassunto del mio aggregatore (trabordante di feed, lo ammetto) e non di un quadro della blogosfera (o parte di essa, per i puristi me compreso). Non è personale presunzione o fulminamento (o almeno non lo credo), quanto piuttosto una sorta di vaga consapevolezza dei limiti degli strumenti che basano tutto, alla fin fine, sui link. I blog (o -acciderbolatero!- i tumblr :D) che citano (che citano i post o gli articoli citati) mi semrano all’incirca sempre gli stessi o comunque ho imparato a riconoscerli (e a metterli nel mio aggregatore: non sono certo diecimila ;D). Con questo non voglio affermare che quelli che citano vanno sempre in gruppo, però in un certo qual modo inizio a pensare che questo stia accadendo. Le conversazioni, le discussioni o le tematiche che emergono sono quasi sempre quelle che interessano anche a coloro provvisti di tempo e passione per citarle velocemente con un paio di semplici click. E a me inizia a stancarmi il giochino derivante (non ho il tempo e la voglia di citare anch’io a spron battuto: quindi è colpa mia e non certo degli altri).
A mio parere Memesphere, BlogBabel etc soffrono dell’impossibilità data all’utente di scegliere un paio di filtri. Ci sono altri strumenti per filtrare la rete (sembra un controsenso). Però mi sembrano infinitamente più stancanti (anche se ad esempio il compatto manuale "Edizione Speciale" di Luca Conti rimane ancora prezioso nel suggerire come personalizzare un costante monitoraggio della rete senza stancarsi più di tanto) e appunto sono strumenti che nel tempo diventano personali.

A me piacerebbe un analizzatore blogosferico che mettesse da una parte i link compresi delle tumblrate e dei micropost di segnalazione e da un’altra parte i link provenienti da interventi un pochino più lunghetti nei quali (spero) l’autore si è preso il tempo non solo per segnalare qualcosa (il link), ma anche per argomentare il perché di tale scelta e possibilmente per aggiungere un commento (un reale apporto alla conversazione online e non solamente una mera, per quanto utilissima, segnalazione afona o al massimo corredata da qualche battuta d’approvazione o di scherno).
Questo mio ingenuo pistolotto non è una critica alle microsegnalazioni, spero sia evidente, quanto una presa di posizione riguardo all’uso che ne viene fatto dai servizi che analizzano la blogosfera (o perlomeno una fetta di essa).

Mi accontenterei, per fare un esempio, di una sola opzione per rigenerare la pagina delle conversazioni di Memesphere e delle discussioni di BlogBabel:
"Non considerare le citazioni inferiori ai 1.000 caratteri"
Sarei curioso di vedere cosa accadrebbe. Magari niente.

admin @ 11:39 am - Commenti (8)

June 10, 2008

E se avesse qualche ragione il mobiliere?

Post non argomentato.
Non desidero partecipare attivamente alla discussione al riguardo, quindi nessun link.
Non vorrei apparire come un bastian contrario o un cacciatore di link.
Però la domanda me la pongo: "E se avesse ragione il mobiliere"?
Mi sono risposto di no. Ma non completamente.
Dal primo giorno in cui ho iniziato a bloggare mi pongo domande simili (ma anche quando frequento, oramai raramente, forum o mailinglist). In blogosfera, ma non solo appunto, ho letto contenuti espressi in tutte le maniere e i toni possibili. In alcune occasioni, a prescindere dai contenuti, il modo di esporli mi ha fatto arricciare le vibrisse. Non è questo il caso; però …boh.
A margine: proprio nell’ultimo post prendo in giro uno dei capisaldi italici dell’industria alimentare. Quindi spero che il visitatore occasionale non mi obietterà di essere arroccato sopra posizioni illiberali.

Ho letto alcuni post (ma forse il meme si propagherà) riguardanti la faccenda e li ho trovati farciti di appelli alla libertà di espressione. Questa è cosa buona e giusta.
Ma a me venne insegnato che la mia libertà, della quale sono responsabile, molto banalmente, finisce dove inizia quella degli altri.
Quindi non capisco perchè se uno mi desse dello str*nzo pubblicamente, io non potrei avermene a male (pur ammettendo che io sia effettivamente tale -e a dire il vero saltuariamente ho il dubbio anch’io, mentre di solito ne ho la certezza :D-).

Inoltre non ho ancora capito bene come sia inteso dalla blogosfera il confine tra la libertà di esporre un resoconto di un fatto in termini diretti (assumendosene la responsabilità) e/o degli insulti, e quindi non una opinione, senza alcuna possibilità di verifica da parte del visitatore e la vera e propria libertà di espressione (in senso generale). Persino a me è capitato, narrando qualche motivo d’attrito con mia moglie, di segnalare che comunque si trattava della mia versione (comunque dando per scontato, ipotizzando, anzi sperando che a lei non salti un giorno in mente di querelarmi).

Non ho voglia di dilungarmi. Non ne sarei capace per scarsezza di vocabolario, idee e tempo. Inoltre s’avvicina l’ora di pranzo. Sento soltanto una brezza di dubbio solleticarmi le vibrisse. Passerà.

admin @ 11:55 am - Commenti (13)

May 21, 2008

Catepol e i quattro

Catepol ha intervistato quattro tra gli organizzatori di altrettanti recenti barcamp.
Una intervista quadrupla (tre scritte e una video -che non ho visto-) approfondita e articolata.
Quel che mi ha colpito è una notevole diversità (anche opposta) in alcune delle risposte. Anche se ripensandoci mi sembra naturale che dei blogger abbiano idee e scopi diversi.
Molto interessante, a mio parere.

avviso: è quel genere di post che mette voglia di organizzare un barcamp.
nota: il titolo del post riprende quello di un giallo di Agatha Christie 🙂

admin @ 9:18 am - Commenti (13)

February 29, 2008

Blogelezioni e scrutatore mascherato

Nei giorni scorsi mi chiedevo cosa accadrebbe se votassero soltanto i blogger (e intanto mi candidavo a delle ipotetiche blogelezioni :D). In realtà il post celava un’altra questione, assai delicata e speculativa, affrontata da Luca Lodi e da La Parda Flora che esula dal presente post.

Fortunatamente Enrica/Orientalia4All ha preso spunto da ben altro blogger per chiedersi mercoledì: "chi sono gli alfa-blogger che potrebbero candidarsi in Italia" (qui).
Una questione per me molto interessante. E divertente.
L’unico neo che mi ha trattenuto dal segnalare la faccenda è stato quel "alfa-blogger" troppo aperto a polemiche sterili di ogni genere a mio personale parere (e le polemiche quasi sempre riesco a tenerle lontane da questo blog). Non ho neanche partecipato: non curo un a-blog (gatto inizia con la g …e i g-blog di questi tempi trattano altri punti ;D) e inoltre non erano ammesse le autocandidature (limitazione che a me pare antiblogosferica per eccellenza e contraria alla rinomata autoreferenzialità dei blog ihihih). Probabilmente proprio a causa delle ragioni che mi hanno lasciato perplesso, seppur interessato, il post di Enrica ha dato buoni frutti pur aggregando un ristretto o per meglio dire -se mi si perdona la definizione- selezionato gruppo di candidature e commenti.
I risultati sono questi
Positiva e costruttiva, a mio parere, l’analisi compiuta nel presentarli.

In ogni caso rinnovo la candidatura nella ipotetica lista di lud_wing, nel caso qualcuno voglia organizzare altre blogelezioni (credo corretto sindacare che prive del voto segreto avrebbero comunque nessuna rilevanza blogosferica, a meno …ideona… a meno di non acchiappare un blogger anonimo -dovrebbe rinunciare a candidarsi- che goda della fiducia di ogni candidato e che raccolga scrupolosamente i voti via email eheheh. Sarebbe divertentissimo fare lo scrutatore mascherato :D).

admin @ 3:16 pm - Commenti (0)

February 26, 2008

Minipost: i giornalisti su Vespa?

A proposito della famigerata puntata di Porta a Porta…
Mi stavo chiedendo cosa pensano al riguardo i giornalisti che bloggano.
Ho cercato un po’, trovando assai poco (per non dire niente).
Mi sento maligno: i blogger classificati "senza categoria" nelle classifiche o nelle directory sono sempre destinati a rimanere soli in certi frangenti?

O forse ho cercato male?

admin @ 2:18 pm - Commenti (8)
Email: gattostanco @ gmail.com
FeedBurner:  GATTOSTANCO FEED powered by FeedBurner

gattostanco ...appunti (sospeso)
gattostanco FriendFeed
BlogBabel - BlogItalia - Wikio
Memesphere - Filter 4.0

Ultimi commenti

  • iso: Tutti i blog muoiono prima o poi
  • luca nonno lodi: Che meravigliosi ricordi! Il COF all’anice, alla menta o al tamarindo li rivedremo mai più??...
  • Ibadeth: Gatto stanco, che fine hai fatto? Non scrivi più?
  • NEVIO MICHELOTTI: le offerte si trovano. le reclami sono belle,ma i risultati spesso deludenti.quando vuoi reclamare...
  • NEVIO MICHELOTTI: avevo alice analog è stato offerto alice voce non probemcon offerta del decoder (ANNO2006) il...

Trackback:

Poltrona del gatto

Chi sono?
Il Tao della Suocera
La Blogfoucauld

 AZIONISTA IMMANET - NET TO BE di ROBERTO GRASSILLI

Ospitato da Anomalia grafica
Template by Principe
Traduzione in giapponese (KutaKuta Neko) di Gilgamesh
Favicon di Ted

Cerca in gattostanco

Blogosfera

Black Cat
Annarita
Anomalia Grafica
calzino spaiato
(C)assetto Variabile
Cletus
DElyMyth
eiochemipensavo
Gaspare
giuliomozzi (sospeso)
Grassilli Warehouse
kimota
La pupa c'ha sonno
Louie
Marco Candida
marcoscan
Myst
night passage
Papino & C.
Perché no?
Principe
Radici dell'ozio
Scopriamo l'acqua calda
Shangri-La
Un altro tempo
8:49 pm
Alessandra Galetta
All about nothing
Akatalepsia
Andrea Beggi
Bloggo Intestinale
Blog Notes
Blogsenzaqualità
Bottega di Lettura
Cabaret Bisanzio
caracaterina
Ciccsoft
Corax
Daveblog
Debito di sonno
Deeario
diario di Untitled io
Diario Semistupido
Dorigo - in inglese
eCuaderno - in castigliano
EmmeBi
Errore 404
Falso Idillio
Gaspar Torriero
Gattusometro
Giavasan
Gilgamesh
Giovani Tromboni
Giovy's blog
giuseppe genna
gruppo h5n1
Haramlik
Herzog
Il Mignolo col Prof
il mio karma
il Morso della Vipera
il sentiero giusto
il Tao dei blog
iMod
Incipiterazioni
Inkiostro
Intempestiva
jtheo
Kurai
letturalenta
Luca Conti
Luca De Biase
mae*
Macchianera
Manteblog
.Mau.
MeicheNada
Momoblog
Nyft
Numerabile
officialsm
Paese d'ottobre
Paolo Valdemarin
Pandemia
Pasta Mista
Peluche - in castigliano
PensieriInecCesso
Personalità Confusa
Phoebe
Placida Signora
Quasi.dot
Qix
Rael
Ramon Ananos - in castigliano
Reflexiones e irreflexiones
Rolli
Sai tenere un segreto?
Salgalaluna
Scintilena
Secondo Piano
Sergio Maistrello
SmokingPermitted
Stefano Salvi
Squonk
Surreale
Terre Alte
To drown a rose
Tom
Uccidi un grissino
Webgol
Vibrisse, bollettino
Wittgenstein
vogliaditerra
xantology
Zio Burp
Zop
Zu

Varie

Feed by gattostanco
RSS Atom
Commenti
RSS parziale

Feed by FeedBurner


Blog link by Technorati

Wikio - Top dei blogs





 STATISTICHE

porticina: Login