Archivio per la categoria 'Web'

March 1, 2008

Minipost: Detesto Photoshop CS3

Secondo me Photoshop CS3 è una ****** pazzesca!
Sarà certo colpa mia che sono un goffo utonto totale nelle robe di grafica.
Sarà certo colpa di una cattiva installazione in questo pc.
Fatto è che oramai lo detesto da tanto lo ritengo limitato.

Ora mi scarico Gimp, o qualcosa d’altro, alla faccia di Adobe (dopo tanti anni da quando lasciai Corel Draw).

Che nervi!

admin @ 3:06 pm - Commenti (14)

February 29, 2008

Oggi ho l'ip nero

In questo momento ho l’ip nero.
Magari la prossima volta che mi collego in rete avrò l’ip giallo o verde.

Che cosa stai dicendo, Willis?*

The IP’s colour map project.
Visitando la pagina si ottiene il colore del proprio ip. Cos’è un ip? In parole povere: è l’indirizzo univoco (o quasi) che di volta in volta identifica una connessione in internet.
Inoltre ogni visitatore aggiunge un puntino colorato in una immagine a sfondo bianco (nella quarta fila, un po’ dopo la metà c’è il mio puntino). Serviranno 43.200 puntini a colorarla tutta.
Il progetto è di PaulTheWineGuy.

[via Placidi Appunti e Quasi.Tumblr. La prima mi ha incuriosito, ma non ho capito di cosa si trattava; il secondo mi ha convinto ad andare a vedere …borbottanto tra me e me Colorare gli ip? Machestraca**o stanno dicendo!?! :D… perché il post di Paul non l’avevo afferrato]

* citazione (celebre per una certa fascia d’età) dalla serie televisiva "Arnold" trasmessa negli anni Ottanta.

admin @ 1:48 am - Commenti (3)

February 27, 2008

Vorrei YouTube col telecomando

Ho letto con interesse questo minipost (e anche i commenti) di Gaspar Torriero in cui presenta dei "prima e dopo" ispirati da alcune mutazioni internettiane.
Io ascolto ancora cassette e cd. Inoltre, per i miei gusti, a YouTube manca il telecomando per essere una buona televisione da divano copertina e gatto. Quindi non mi sono azzardato a commentare da profano.
Gigi Cogo aggiunge altri elementi alla lista. Altrettanto seri.

A questo punto non ho resistito a giocare anch’io, limitando però, umilmente, le mutazioni web a sporadica presenza.

Prima — Dopo
fax — ahahah
fotocopiatrice — copiachiappe
Charlie’s AngelsInternet (Magazine) Angels
stampante — Stampa…
avanti il prossimo! — numero 42!
telefonino — tre telefonini
Enciclopedia — Google
Splinder — Dada
Doctor WhoGiavasan
trackback — Technorati
blogroll — BlogBabel
solitario — tower defence
Andy WarholEio
favorisca documenti — flash! 200 euro
suocera — suocera [tale e quale]

admin @ 2:35 am - Commenti (3)

October 8, 2007

FeedBurnerGate (all'italiana)

Ho scelto soltanto alcuni post tra quelli a mio parere significativi. Le date sono quelle riportate dai singoli post. Ho indicato i blogger citati con il loro nome e cognome.

27 Marzo 2007
Daniele Simonin avverte dell’esistenza di un semplice modo per aumentare il conteggio degli utenti registrati a un feed nel relativo contatore di FeedBurner.

28 Marzo 2007
Daniele il giorno dopo pubblica una risposta attribuita a Matt Shobe, del supporto FeedBurner, che conferma l’avvenuto invio di una informativa al colosso delle statistiche via feed. Contestualmente, a seguito della verifica di alterazione del counter del proprio blog, annota come lo stesso sia balzato quel giorno al secondo posto nella specifica classifica di BlogBabel che si basava sui numeri offerti da FeedBurner.

Passano i mesi. L’avviso di Simonin pare non avere ricevuto particolare attenzione o rilanci in blogosfera.

27 Settembre 2007
Andrea Toso lamenta la decisione di BlogBabel di non considerare il parametro FeedBurner relativo a un blog a causa dell’inserimento del relativo feed in un "sistema di aggregazione dei feed per siti web con contenuti video".

28 Settembre 2007
BlogBabel annuncia l’esclusione dai dati di riferimento delle proprie classifiche del parametro FeedBurner, considerato comunque da molti fino a quel momento ragionevolmente affidabile, e di aver apportato altre modifiche.

5 Ottobre 2007
Tony Siino (patron di BlogItalia) presenta il Tessarolizr 1.0 (il nome riprende il cognome del curatore del blog al quale in precedenza non era stato considerato, in attesa di maggiori chiarimenti, il parametro FeedBurner). Consiste, in poche parole, in una pagina web che, attraverso il modo di alterazione indicato mesi prima da Daniele Simonin, permette al visitatore di ‘tessarolizzare’ e cioè di aumentare per quel giorno il numero di lettori (readers) attribuito dal counter FB al feed scelto.
Ludovico Magnocavallo (patron di BlogBabel) risponde consigliando di non manipolare "i dati di siti conosciuti (ad esempio TechCrunch, o CNN), alterando per gioco dati su cui sono in parte basate campagne pubblicitarie da centiaia di migliaia o milioni di dollari."
Nel frattempo alcuni blogger segnalano e testano il Tessarolizr.

6 Ottobre 2007
Appare evidente a chi lo ha testato in Italia che lo strumento altera il responso del counter FB.
All’estero Duncan Riley segnala (pagina in inglese) una forte anomalia nel contatore FB relativo a TechCrunch visible quel giorno (l’aumento di centinaia di migliaia di reader dal giorno precedente). Un aggiornamento successivo riporta una conferma attribuita a Dick Costolo (patron di FeedBurner) che l’anomalia è un "bug" e che sarà risolto a breve. Ricordo che: a quanto pare lo staff di FeedBurner è a conoscenza di un bug dai simili effetti (non è possibile affermare con certezza se sia lo stesso o che sia stato utilizzato il Tessarolizr) e che venne segnalato a marzo; a giugno venne annunciato l’acquisto da parte di Google.
Proseguono le segnalazioni in Italia, seppur sporadiche (i toni vanno dal divertito all’indignato). La blogosfera estera mi appare sostanzialmente impermeabile all’accaduto e al tool on line. Unica segnalazione circostanziata al momento (o l’unica che ho trovato tale) è di Dave Winer che supera (pagina in inglese) l’ostacolo linguistico di comprendere la discussione blogosferica in atto in lingua italiana chiedendo lumi al nostro Paolo Valdemarin che risponde (pagina in inglese) riassumendo quanto avvenuto. In calce a quest’ultimo post un commento a firma Dick Costolo afferma che (traducendo a spanne) la faccenda è risolta.

7 Ottobre 2007
Quiete apparente.
Personalmente per distrami dal FeedBurnerGate (‘gate’ inteso come ingresso e non nel senso di scandalo -non mi permetterei mai- e ad esempio cito il celebre film StarGate) …dicevo, per dilettarmi in altra maniera questa mattina sono andato a vedere la gente camminare tra le poche bancarelle del mercatino biologico mensile della mia città.

Affiorano domande.
Oggi potrei ritrovarmi il blog tessalorizzato (con il counter FB sbiellato)?
Il cosiddetto bug è stato risolto?
Oggi funziona l’aggeggio per pompare a mille il contatore dei lettori via feed (a me sarebbe piaciuto di più tessarolizer) e quindi potrei usarlo sul feed di un altro blog?
Se inserissi un numero negativo cosa accadrebbe?
Soprattutto: ha ancora senso servirmi di FeedBurner?

Invece la risposta alla domanda con la D maiuscola (tipica della vita vera e probabilmente non unica per tutti) la conosco ed è 42 (…tanto per fare una citazione letteraria conclusiva).

Aggiornamento 13 ottobre:
FeedBurner, preso finalmente atto della falla aperta nel proprio sistema e prima di perdere credibilità anche sul piano internazionale, corre ai ripari e a quanto pare dalle verifiche di Daniele Simonin la falla viene rattoppata lasciando però disponibili altre possibilità di alterare i dati attorno alle quali comunque sembra stiano lavorando in FB, come riferito da Eric Lunt (ai vertici di FeedBurner) allo stesso Daniele.

– – –
Ispiratore di questa mia ricerca (ricca di omissioni) è il quadro della situazione pregressa offerto da Elena Franco.

admin @ 1:59 am - Commenti (25)

October 6, 2007

Happy Feed(Yourself)Burner Day!

Feedburner has had a long history of doing strange things with the subscriber counter, and TechCrunch’s readership (if the counter is to be believed) can fluctuate by over 50,000 readers from day to day, but I’ve never seen a 900,000 jump.
Duncan Riley

Strange thing: italian Tessarolizr…
Happy Feed(Yourself)Burner Day!
😀

[via Technorati]
Siino scappa!

admin @ 4:57 pm - Commenti (15)

October 2, 2007

Dizionari delle faccine

Alla fine non ho resistito.
Un simpaticone in una email mi ha apostrofato con
(_x_)
E io colto distratto non ho afferrato il significato.
Quindi mi sono reso conto di dovermi salvare dei dizionari di faccine (le emoticon) per avere una documentazione a portata di mano per poter rispondere a tono ;D in casi simili.

Un dizionario faccine-italiano completo non sono riuscito a trovarlo. Inoltre alcune traduzioni variano, anche in maniera sensibile, da sito a sito. E non ho trovato nulla dove le faccine siano ordinate "alfabeticamente" :p per una rapida consultazione.

Questo comunque mi sembra ben fornito e offre anche una traduzione delle faccine che io chiamo verticali (le giapponesi o no turning emoticons di cui non conosco il nome).

Anche questo, segnalato in calce alla povera pagina in italiano di WikiPedia, presenta un buon compendio.

Linco anche la breve carrellata di smileys tradotti in italiano (Università di Padova), perché viene segnalata una importante risorsa in lingua inglese:
Emoticons & Smiley (nella colonna di sinistra ci sono i link alle diverse sezioni).

Segnalazioni di dizionari più completi verso l’italiano sono le benvenute e verranno riportate.

admin @ 2:45 pm - Commenti (0)

September 25, 2007

Ma pensa il prof vignettaro

Di alcune persone delle quali seguo il blog penso siano tizi qualsiasi che magari fanno il salumiere o la segretaria e che bloggano per svago o passione. E poi scopro che invece…
Ad esempio Mauro Biani.
E pensare che credevo vignettasse sul blog per amor di satira, per sfizio di dire delle cose. Credevo fosse un blogger qualsiasi che alle volte neanche capivo da che parte stava. Spesso mi sembrava stare dalla parte del buon senso. E questo ne faceva ai miei occhi un raro tizio qualsiasi, pubblicato quasi per caso (mi spiego: senza che pensassi fosse una cosa seria …d’accordo: di solito non esiste persona più seria e sveglia di chi esprime satira, ma in somma pur sempre di un prof. di ginnastica si tratta -ih ih ih- che inoltre, lo ricordo a imperitura memoria, ha realizzato la testata di PensieriInecCesso).

E allora ?

Mauro ha vinto il Premio Pino Zac per la satira sul web del XXXV Premio di Satira Politica di Forte dei Marmi.

Sono tra i destinatari di una, graditissima, email modesta (dove oltre a dare la notizia, ripercorre la storia e il prestigio del premio e invita ad applauidi… ahem, e afferma che sarà onorato di ogni partecipazione alla premiazione di sabato prossimo).

…Eh, questo sabato ho ospiti a cena (mia moglie riapre la stagione dei risotti, ha bisogno di nuove cavie e la blogosfera è un ottimo recinto dove trovarle). Sarà per la prossima volta 🙂

Sincere Congratulazioni
(Non solo sono felice per il premio, ma sono anche felice per aver dato una bella ripulita ai miei pregiudizi sui prof di ginnastica, o come si chiamano adesso. Mi manca ancora di fare qualcosa per i pregiudizi sui prof di mate e di storia dell’arte, ma mi piace dare tempo al tempo)

admin @ 4:52 pm - Commenti (7)

September 24, 2007

Safatagherro, Saghiddu… Sergio

Sergio Maistrello (autore dell’imperdibile La parte abitata della rete) ha scritto un attento e affascinante articolo per Apogeonline di cui è coordinatore editoriale, dal titolo:
"L’opportunità che stiamo perdendo".

Ieri, prendendo un po’ in giro bonariamente gli amici del Grillo, terminavo il post domandandomi se non fosse il caso di iniziare per buona parte di loro a vivere la rete in maniera autonoma e decentralizzata. Non mi andava di andare oltre. Così mi sono accontentato di inserire nel blog una delle mie puntatine gattostanchesche di nessuno spessore senza collegare quella mia domanda alle parole di Sergio.

E nemmeno ora penso sia utile una mia intrusione a favore di quell’articolo. A mio parere merita d’essere letto da chiunque, semplicemente, viva la rete. Senza fretta e anzi cogliendo l’occasione di fare una sosta.

E allora?

Be’, l’altro giorno ho visto in tv un pezzettino di uno spettacolo di Aldo Giovanni e Giacomo; rileggendo con calma il post in Apogeonline mi è tornato in mente (gattostancamente) il personaggio di Nico quando cita i nomi strampalati dei fratelli tranne uno: Franco; mi ha divertito collegare quell’immagine a quella di una sorta di blogroll metaipertestuale composto da persone e non soltanto, quindi, di blog o siti o altra origine della materia web. E così non ho resistito alla tentazione di segnalare l’articolo per ricreare quella immagine nel titolo del post. Inoltre il titolo esplicita in maniera trasversale, e un po’ scema, come mi sono convinto che quell’articolo, pur essendo denso di contenuti e davvero articolato nelle analisi, è chiaro, onesto e comprensibile rispetto ad altri (la semplice chiarezza del nome del giornalista contrapposta allegramente alle sonorità arrotolate degli altri nomi). …Lo ritengo anche autoreferenziale, ovviamente 😀

admin @ 2:13 am - Commenti (0)

September 14, 2007

Anima nella creta, non nel web

Ieri sera ho assistito a Sannazzaro de’ Burgondi, in provincia di Pavia, all’inaugurazione di una ristretta mostra antologica dedicata allo scultore Domenico Reali (1928 – 2002).
"L’anima nella creta".
Aperta pochi giorni fino al 22 settembre nella locale biblioteca civica.

Non m’intendo di scultura.

La presentazione dell’artista e della mostra fatta da Matteo Smolizza, giovane e già serio e conosciuto storico dell’arte (in base a quel che ho trovato oggi in rete), a me è parsa quasi emozionata oltre che entusiastica (per quanto avvenuta all’aperto in una fresca e umida serata senza che il pubblico foresto ne fosse preventivamente informato dal materiale promozionale).

A quanto pare, Domenico Reali ha affrontato la vita lasciando che la sua scultura prendesse forme quasi fosse una sorta di hobby senza mai andare a ricercare i critici o i mercanti. Alcune sue opere sono esposte in musei e piazze, ma la stragrande maggioranza resta ancora chiusa nel suo laboratorio.

In rete ho trovato praticamente nulla al riguardo dell’artista (tanto meno della mostra). Come spesso accade nei casi di eventi culturali organizzati da istituzioni amministrative locali, il sito comunale presenta in rete il solo depliant in formato pdf senza dedicare neppure una paginetta striminzita. Rimando allora al comunicato stampa pubblicato da MiaPavia.

Tornando a casa ho discusso un po’ con mia moglie.
Mi aspettavo qualcosa di diverso.
Mi aspettavo la solita mostra artistica ‘da paese’ realizzata, a contorno delle giostre e dei salamini, tanto per dare un contentino all’aspetto culturale delle attività municipali e al relativo assessore (tra l’altro in questo caso l’assessore sembra aver coordinato un gran bel lavoro). Mi aspettavo che l’intenzione della mostra fosse quasi più il tentativo di liberarsi di sculture ingombranti per dare una ripulita al laboratorio, piuttosto che quello di valorizzarle nel significato. Mi aspettavo qualcosa di diverso e di piccolo, nonostante la sponsorizzazione EniPower della vicina raffineria, da quel che in effetti ho visto.
Avendo fatto prima della mostra una superficiale ricerchina in rete sull’autore e non avendo trovato d’interessante che due pagine ‘paesane’ (qui e qui) di un sito personale (Sannazzaro.com), mi aspettavo una allegra e breve uscita serale e nulla d’altro cullandomi nel pregiudizio che mi ero formato. Invece sono stato piacevolmente sorpreso, nonostante non fossi di buon umore per aver deciso di posticipare la cena al rientro in tarda serata tra le mura domestiche.
La discussione con mia moglie è nata proprio da questa mia sorpresa.
Io oramai mi sono creato la prevenuta opinione che quel che non esiste in rete non esiste e basta. Un fatto, una opinione, un oggetto, una teoria o una qualsiasi ‘cosa’ se non è presente in rete penso non abbia rilevanza (penso questo con le dovute eccezioni).
La mia adorata, di opinione quasi opposta, in questo caso mi ha fatto notare come a suo parere non è importante che le opere e il pensiero del Reali siano condivisi in rete (ha usato una espressione che io potessi comprendere), quanto è invece importante siano eventualmente conosciute nell’ambiente del mondo dell’arte che certo dispone di altri strumenti consolidati per veicolare le informazioni al proprio interno. Ho ribattuto che secondo me è sbagliato che in certe situazioni il mondo dell’arte non abbia interesse o strumenti a promuovere i suoi esponenti in maniera tale che un tizio qualsiasi, leggendo un nome di uno scultore sopra una locandina in occasione di una fiera paesana, possa informarsi al riguardo in maniera relativamente completa usando un motore di ricerca.
Non siamo andati oltre, perché lei aveva sonno e io avevo appetito.

Nota a margine. Mi pare simpatico appuntare il blog scritto in dialetto sannazzarese con traduzione in italiano dal curatore di Sannazzaro.com Renato Murelli:
Bardugh (le date dei post a me appaiono sbiellate, quasi si trattasse di date stellari alla StarTrek, ma sembra aggiornato)

admin @ 1:33 pm - Commenti (4)

June 17, 2007

Minipost: detesto i plurali di Google

Sarò all’antica, però detesto profondamente l’eguaglianza tra parole singolari e plurali che ha introdotto Google di default.
Mi sembra di essere deficiente (o di non esserlo abbastanza).

admin @ 2:14 pm - Commenti (0)
Email: gattostanco @ gmail.com
FeedBurner:  GATTOSTANCO FEED powered by FeedBurner

gattostanco ...appunti (sospeso)
gattostanco FriendFeed
BlogBabel - BlogItalia - Wikio
Memesphere - Filter 4.0

Ultimi commenti

  • iso: Tutti i blog muoiono prima o poi
  • luca nonno lodi: Che meravigliosi ricordi! Il COF all’anice, alla menta o al tamarindo li rivedremo mai più??...
  • Ibadeth: Gatto stanco, che fine hai fatto? Non scrivi più?
  • NEVIO MICHELOTTI: le offerte si trovano. le reclami sono belle,ma i risultati spesso deludenti.quando vuoi reclamare...
  • NEVIO MICHELOTTI: avevo alice analog è stato offerto alice voce non probemcon offerta del decoder (ANNO2006) il...

Trackback:

Poltrona del gatto

Chi sono?
Il Tao della Suocera
La Blogfoucauld

 AZIONISTA IMMANET - NET TO BE di ROBERTO GRASSILLI

Ospitato da Anomalia grafica
Template by Principe
Traduzione in giapponese (KutaKuta Neko) di Gilgamesh
Favicon di Ted

Cerca in gattostanco

Blogosfera

Black Cat
Annarita
Anomalia Grafica
calzino spaiato
(C)assetto Variabile
Cletus
DElyMyth
eiochemipensavo
Gaspare
giuliomozzi (sospeso)
Grassilli Warehouse
kimota
La pupa c'ha sonno
Louie
Marco Candida
marcoscan
Myst
night passage
Papino & C.
Perché no?
Principe
Radici dell'ozio
Scopriamo l'acqua calda
Shangri-La
Un altro tempo
8:49 pm
Alessandra Galetta
All about nothing
Akatalepsia
Andrea Beggi
Bloggo Intestinale
Blog Notes
Blogsenzaqualit
Bottega di Lettura
Cabaret Bisanzio
caracaterina
Ciccsoft
Corax
Daveblog
Debito di sonno
Deeario
diario di Untitled io
Diario Semistupido
Dorigo - in inglese
eCuaderno - in castigliano
EmmeBi
Errore 404
Falso Idillio
Gaspar Torriero
Gattusometro
Giavasan
Gilgamesh
Giovani Tromboni
Giovy's blog
giuseppe genna
gruppo h5n1
Haramlik
Herzog
Il Mignolo col Prof
il mio karma
il Morso della Vipera
il sentiero giusto
il Tao dei blog
iMod
Incipiterazioni
Inkiostro
Intempestiva
jtheo
Kurai
letturalenta
Luca Conti
Luca De Biase
mae*
Macchianera
Manteblog
.Mau.
MeicheNada
Momoblog
Nyft
Numerabile
officialsm
Paese d'ottobre
Paolo Valdemarin
Pandemia
Pasta Mista
Peluche - in castigliano
PensieriInecCesso
Personalità Confusa
Phoebe
Placida Signora
Quasi.dot
Qix
Rael
Ramon Ananos - in castigliano
Reflexiones e irreflexiones
Rolli
Sai tenere un segreto?
Salgalaluna
Scintilena
Secondo Piano
Sergio Maistrello
SmokingPermitted
Stefano Salvi
Squonk
Surreale
Terre Alte
To drown a rose
Tom
Uccidi un grissino
Webgol
Vibrisse, bollettino
Wittgenstein
vogliaditerra
xantology
Zio Burp
Zop
Zu

Varie

Feed by gattostanco
RSS Atom
Commenti
RSS parziale

Feed by FeedBurner


Blog link by Technorati

Wikio - Top dei blogs





 STATISTICHE

porticina: Login