Augurio di Capodanno

Io credo all’uccellino batticoda:

che ci porti il buon anno.

Scorre liscio su l’umido tappeto

di bruni muschi, alla soglia del mare,

sosta un tratto a beccare, e poi di nuovo

scivola via come una spola, vola,

sparisce in cielo. Neppur ci ha guardati.

Ma è bello, affusolato, grigio e bianco:

porta, certo, il buon anno.

Diego Valeri

Comida Tour 15.12.2003


“E’ arrivata!” dice la voce alla cornetta.

“Ha cambiato numero di telefono. Quando esci la chiami così ti dice dove puoi trovarla”. Papino raramente mi telefona al

lavoro, solo per motivi eccezionali. Questo lo è, penso. Appoggio la cornetta. Ritorno a quello stavo facendo prima della

telefonata. Ritorno con il corpo. La mente è già salita in auto ed è già arrivata all’appuntamento con Comida. Fortuna che tra

non molto esco dal lavoro e posso fiondarmi a raccogliere la mia amica blogger. Sono emozionata come un bimbo che si

prepara per andare alle giostre, sì, emozionata e curiosa, molto curiosa. Esco dal lavoro, saluto i colleghi che mi chiedono il

perchè di tanta fretta. “Ho un appuntamento”, rispondo un po’ vaga. Non spiego nulla, non racconto, non tutti sarebbero in

grado di comprendere queste amicizie virtuali…
Salgo in auto e, mentre metto in moto, digito al cellulare i numeri di Comida 3** *******. “Ciao!”, dico. “Dove sei?”
“Vicino alla libreria che mi avevi indicato”, dice lei.
“Non muoverti da lì. Arrivo subito!”
Arrivo subito s’intende tra una ventina di minuti. Il tempoo necessario per attraversare la città a mezzogiorno e mezzo. Cerco

le strade più brevi, chiamo Papino che mi indica il percorso meno trafficato. Semola è a casa da scuola perchè è

ammalatissimo, la belva invece è andata a scuola anche se il fratellino è a casa, perchè nel pomeriggio sa che la mamma

passerà a prenderla con un’amica. Arrivo all’incrocio vicino alla libreria. Comida conosce il colore della mia auto, io conosco

un po’ il suo volto dalle foto presenti nel suo blog. Un’immagine bene o male me la sono fatta. Scatta il verde all’incrocio e io

mi muovo lentamente. Una persona tra tante saltella e sventola una sciarpa: è lei!
Ci salutiamo con un cenno. Mi fermo al lato della strada, accendo le luci intermittenti e attendo. In mezzo al traffico caotico di

Padova, Comida si muove lentamente, arriva all’auto, apre la portiera, sale. Ci salutiamo come due vecchie

amiche che non si vedono da tempo. Iniziamo a chiacchierare…
Benvenuta Comida.

Mammina 15/12/2003

Conto alla rovescia

“Caro Babbo Natale, sono Billy Kabù
e questa è la lista che ho messo giù:

Voglio un delfino, un maiale, un babbuino,
un leone, due tigri e un grosso leopardo,
tantissime scimmie e un gattopardo.
Voglio un tricheco, un cane, un cammello,
un balenottero ed un pipistrello.”

– BN: “Ah! Ah! Ah! Gli darò un’Arca di Noè”

– Aiutante: “Eh! Ma Billy Kabù è da quando è nato
che dietro le orecchie non si è lavato!”

– BN: “Beh, al nostro dimenticone
aggiungeremo un pezzo di sapone!”

– Aiutante: “Benòn! Un pezzo di sapòn! Un pezzo di sapòn!”

Non vi sarete mica dimenticati di preparare le Christmas Top Toons , vero?

Preghiera

E’ stato un pomeriggio strano quello di ieri. Tutto questo cercarsi e inseguirsi sulla rete, al telefono o solo con il pensiero. Tornato a casa dopo la spesa i piccoli hanno chiesto di leggere questo. E leggendo pensavamo a voi Iuma.

cantico.jpg

Altissimo, onnipotente, buon Signore

tue sono le lodi, la gloria e l’onore

e ogni benedizione.

A te solo, Altissimo, sono dovuti,

e nessun uomo è degno di nominarti.

Laudato sii, o mio Signore,

con tutte le tue creature,

specialmente messer fratello Sole,

che è il giorno, attraverso il quale ci illumini.

Ed egli è bello ed irradia grande splendore:

di te, Altissimo, è manifestazione.

Laudato sii, o mio Signore,

per sorella Luna e le Stelle:

in cielo le hai create luminose, preziose e belle.

Laudato sii, o mio Signore, per fratello Vento

per l’Aria, le Nubi, il Cielo sereno e tutte le stagioni

con le quali alle tue creature dai nutrimento.

Laudato sii, o mio Signore,per sorella Acqua,

che è molto utile e umile, preziosa e pura.

Laudato sii, o mio Signore, per fratello Fuoco,

per mezzo del quale illumini la notte:

egli è bello, allegro, robusto e forte.

Laudato sii, o mio Signore, per nostra sorella Madre Terra,

che ci dà sostentamento e ci guida,

produce frutti diversi, con fiori multicolori ed erba.


Laudato sii, o mio Signore,

per quelli che perdonano per amor tuo

e sopportano sofferenze e tribolazioni.

Beati quelli che le sopporteranno in pace,

perchè da te, Altissimo, saranno incoronati.

Laudato sii, o mio Signore,

per nostra sorella Morte corporale,

alla quale nessun uomo vivente può sottrarsi.

Guai a quelli che moriranno in peccato mortale.

Beati quelli che saranno trovati nella tua santissima volontà,

perchè la morte dell’anima non li ferirà

?

indovina chi sono.JPG

TRICERATOPO

Da queste parti siamo in piena era glaciale.
Ogni piccolo ritrovamento è utile per ricostruire
complesse ossature.
Ce la caviamo bene anche con Pterodattili e Stegosauri.
Il monte premi resta al banco.
Alla prossima!