500


Fai clic sulle paperelle, sulle stelline ecc. per correre a festeggiare la striscia #500 di Net To Be.

“tirato per la giacchetta”

Beppe mi tira per la giacchetta dentro al tormentone dell’estate (oggi sembra Estate e sarà così per “almeno una settimanella” ha detto un colonnello dell’aeronautica alla tv).

1 Total volume of music files on my computer
Oggi il volume è 1,71 GB di mp3
[si tratta di copie di backup dei miei cd preferiti, ultimamente però sono affascinato dal formato atrac3plus di s*ny che mi permette di tenere 30/35 cd in un unico cd-rom che poi porto ascolto sul walkmen di notte in giro per la città]

2 The last CD I bought was
Interpol – Turn on the bright lights

3 Song playing right now
In genere quando sono al pc ascolto la radio di Musicmatch Jukebox in questo momento la sezione “Electronica” sta passando Hymn of the Big Wheel by Massive Attack e questo non può che farmi piacere. (il prossimo brano sarà Girls dei Death in Vegas)

4 Five songs I listen to a lot, or that mean a lot to me
Non ascolto mai canzoni singole ma album completi, ma se proprio devo:

The Stone Roses: I wanna be adored
Cat Stevens: Wild World
Traffic: John Barleycon
Howard Jones: No one is to Blame
Angelo Branduardi: Un aviatore irlandese prevede la sua morte

[ecco lo sapevo, non mi fa nessun effetto fare una lista]

5 Five people to whom I’m passing the baton
Credo che i blogger siano stati ormai completamente raggiunti dal “baton” così decido di spedire a persone al di fuori della blogosfera che ovviamente non nomino. Ma che saluto mentre ascolto Beautiful dei Mandalay.

Caro Volantino

Caro Volantino di Mediaw*rld,
non ti sopporto più! Fai schifo con i tuoi televisori giganti pieni di fiori sorridenti e le tue dieci rate mensili a tasso zero. Tu hai disponibili millecinquecento pezzi qua, quattrocento pezzi là ma io quanta musica voglio ascoltare? Cinque, venti o quaranta giga? Ricordo che un tempo ascoltavo i cantautori. Registravo gli ellepì, non sapevo nemmeno cos’era un giga. Li registravo su cassette maxell UL90 – ultra low noise. La cartina era rossa e nera, anche la cassetta. Altro che giga, 135 metri di nastro per i miei cantautori preferiti, 440 piedi se ci registravo qualcuno che cantava in inglese. Cerco di ricordarne una a caso: sul lato A “Album” di Pierangelo Bertoli e sul lato B “Al centro della musica” di Ron. Noise reduction: Yes. 135 metri a sinistra. Oppure: sul lato A “Back in Black” degli AC/DC, sul lato B “Fly by Night” dei Rush. Recording Date: 20/4/83 Noise reduction: Yes. 440 piedi di chitarre e batteria a tutto volume. Sul lato A c’è anche “You can’t hurry love” di Phil Collins. Perchè alla fine delle cassette da 90 rimaneva sempre un po’ di spazio libero dove potevi registrare i quarantacinque giri. Ricordo una cassetta che sul lato A aveva “Titanic” di Francesco de Gregori. L’altro giorno in tv – a top of the pops – Francesco de Gregori cantava qualcosa a proposito di un certo Celestino. Io guardavo, fotografavo, si, gli ho fatto qualche foto mentre cantava a top of the pops. Ecco, c’è qualcosa da capire dietro tutto questo ma non so se ne ho voglia. Alla prossima caro Volantino.
Tuo
Papino

Non ho molto da dire

Non ho molto da dire ma una data come questa era troppo invitante per resistere…
Anzi, una piccola segnalazione per mammina: non sei l’unica ad amare Harvey.