Menzione d’onore per Mammina

“La blogger ha tentato una sortita con alcuni allegri commenti spam per ottenere il bollino numero ottomila (…).
Pur non potendole dare simile soddisfazione (sarebbe un assecondare lo spam, per quanto adorabile in questo caso), ritengo sia doveroso da parte mia il menzionarla.
Non ho mai conosciuto mammina di persona. Eppure mi sono fatto l’opinione di una persona speciale, integerrima e buona (se volassi basso, del resto, mi riempirebbe il blog di frecciate fino a Natale).
Siamo molto diversi.
Un esempio sopra gli altri: io vorrei l’introduzione della patente anche per i ciclisti, se non addirittura il divieto del loro scorrazzare nelle pubbliche vie; perché dare sempre sempre sempre la colpa agli automobilisti è troppo facile quando quelli le studiano tutte per farsi mettere sotto (i peggiori, a mio parere, sono i cinquantenni obesi vestiti di tutto punto alla Moser che zigzagano -spesso in gruppo, dannati!- sotto il sole delle tre del pomeriggio lungo le provinciali del pavese e che sono visibilmente dopati con un litro abbondante di vino e tripla porzione di stufato ciascuno); mentre per lei la bicicletta rappresenta un sistema di trasporto utile, civico, ecologico e quasi esemplare. 😀

Quando mi capita di digitare che in questo blog i commenti dei visitatori sono migliori del contenuto dei post, sono sincero senza ruffianeria. Persino, a volte, sono riusciti a farmi rendere conto che una certa opinione non era proprio gagliarda come credevo (tutte le altre volte, purtroppo per me, si sono scontrati con la mia lentezza di comprendonio e hanno preferito non insistere).

mammina, grazie.”
Gattostanco

Finali

Questa sera iniziano le finali di Miss Italia. Il fascino che questa trasmissione da sempre esercita su mammina è per me a tutt’oggi un mistero. Se avessi mezz’oretta di tempo andrei a leggere le schede di tutte le ragazze in gara, così, per riuscire a capirci qualcosa di più. Dopo una rapida occhiata il mio voto va alla numero 90 ma solo perchè gioca a pallacanestro, ovvio!

Fiori.

Di fiori e piante non ci capisco niente.
E mi dispiace.
Però adoro andare alla serra vicina a casa.
Mi piace osservare i fiori colorati.
Mi rendono più allegra di come sono solitamente.
Stamattina la peperina ed io siamo passate ala serra per comperare una piantina da regalare alla mamma di un nostro amico.
Appena entrata mi tuffo su una piantina molto grande con dei bellissimi fiori gialli.
Sì, questa voglio.
Mi avvicino alla cassa e chiedo alla ragazza.
– scusa, puoi farmi una confezione regalo?-
E lei : – sei sicura?-
Io: – sì –
lei: – regali una pianta di crisantemi?-

OVS

Nella mia città hanno da poco riaperto uno dei miei negozi preferiti e dopo essserci stata, ho deciso che non è più uno dei miei negozi preferiti.
Sì, certo, è trendy, glamour, fashion ma il rapporto qualità prezzo non è più lo stesso di un tempo.
All’entrata c’è l’omino con l’auricolare che controlla chi entra e chi esce.
Grandi lampadari, foto antiche alle pareti, scale stile liberty, signore con megadivisa, logo cambiato, sala con dvd per i bimbi.
Lo style è simil Benetton misto all’ H&M.
Però io non mi ci sono ritrovata.
Quando OVS si chiamava solo Oviesse era esteticamente meno curato e bello ma più alla portata di chi deve vestire una famiglia di 5 persone.
Le stoffe usate per i capi erano migliori, più consistenti e i capi duravano molto. La peperina sta usando pantaloni e magliette che hanno usato i fratelli nove anni fa.
Beh, pazienza.
Loro hanno fatto una scelta.
L’ho fatta anch’io.
A pochi passi da OVS c’è il negozio UPIM con l’abbigliamento BK .
Questo è ancora il mio negozio preferito.