Libri.

Mentre sto cercando di terminare (nei pochi ritagli di tempo per me) quel bel libro di Pennac, papino mi regala il terzo di Clarice Bean, un libro per bambini che mi piace tanto e che ho regalato alle mie nipoti e alle figlie di amici.

Ecco il sito se volete saperne di più.

Nella quarta di copertina c’è scritto “libro divertentissimo” e un po’ questa cosa mi ha fatto arrabbiare: non si invogliano i bambini a leggere un libro scrivendo che è divertentissimo. E anche a me piace decidere se un libro lo è o no, senza che me lo dica chi l’ha pubblicato.

Poi fatemi sapere se Clarice è divertente o no. Io l’ho già deciso.

Se passate di qua…

prendetevi i nostri carissimi auguri per una lieta e Buona Pasqua, arrotolateli nella carta luccicante e metteteci un grande fiocco del colore che più vi piace.

E poi portateveli a casa, apriteli e spargeteli ovunque: sentirete le risate della peperina, le canzoni della belva, le domande di semola, i miei baci con lo schiocco e le strette di mano di papino.

Auguri. Speriamo siano contagiosi.

Due o tre consigli…

La settimana scorsa tutta la papino è andata ad ascoltare la cuginetta G che canta in un coro diretto dalla bravissima e strabellissima Elena Piccolo. Bravi i bimbi, la maestra del coro e i musici accompagnatori.

Ieri ho portato a teatro semola e la belva. La peperina è rimasta a pisolare e a combinare guai a casa con papino.

Lo spettacolo che abbiamo visto è questo. Alla belva è molto piaciuto, semola si è divertito anche se era uno spettacolo più per gli under 9 e non l’avevano scritto… Vabbè.

Oggi, dopo il lavoro, ho fatto una corsetta rilassante in bici e casualmente sono passata alla Feltrinelli. Ho preso qualche libro, mi son seduta e mi sono messa a leggere. Bello.

Il mio amico F che è un commessocapo lì dentro, vedendomi  ha ridacchiato sotto i baffi e mi ha detto: – sei comoda?-

– sì, grazie- ho risposto.

Alla fine ho comperato un libro che regalerò e che sto leggendo anch’io e finora mi piace (è un Pennac), e libretti per bambini.

Questo, che ho portato a casa sofddisfatta, ha addolcito la mia orsità.