Come diceva il mio mitico nonnino ultracentenario…

Buona Fine e…

Per noi è stato un anno non molto buono e doloroso.

Auguriamo a voi (e a noi) un anno migliore, carico di speranza e dolcezza, pieno di aspettative e di futuro. Insomma vi auguriamo solo cose belle. Chè di cose brutte siamo un po’ stufi.

…Buon Principio!

Due piccioni con una fava

Ho letto dal tecnomicio questa cosa qui.

Mi son ricordata di quando Semola e la Belva, qualche anno fa scrissero:

“Caro Gesù Bambino, quando Babbo Natale passa a portarti i regali, puoi chiedere per noi la casa grande dei lego perchè ci siamo dimenticati di scriverla nella lettera a Babbo Natale. Grazie e auguri.”

Il mercato del Prato

Sabato mattina. Vado a sistemarmi i capelli che da mesi che non vedono il mio parrucchiere di fiducia. Passo in mezzo alla

seconda piazza più grande d’Europa:

Prato della Valle che per noi è IL PRATO.

Con il sole è splendido. L’aria è fresca e pedalando con lentezza osservo i colori dei fiori, il verde e rosso delle stelle di natale, le pashmine e le sciarpe di seta svolazzanti, le borse di stoffa e un sacco di altre prelibatezze per gli occhi e per il portafoglio. Non il mio che oggi è già impegnato con il parrucchiere. 🙁

Se passate per Padova, ricordatevi che sabato in PRATO c’è mercato, non un comune mercato. Una festa.

(p.s. e io sono stracontenta di abitarci vicino!)

Ma dove sono finiti tutti?

Ehi, c’è nessuno?

In principio era il BLOG.

Poi fu twitter. In seguito FB e contemporaneamente MYspace…

Così decine, centinaia di blog abbandonati a se stessi…ultime date: un mese fa, anni fa…

Anche il papino blog, non è sempre aggiornatissimo, è vero…

Ehi, ci siete ancora cari vecchi amici di blog?

Se ci siete, fatevi sentire.

(Ho scoperto che qualcuno latita per buonissimi motivi…)

Peperina e la scuola materna (o dell’infanzia come la chiamano ora)

La Peperina tra un po’ compirà 3 anni.

Da settembre va alla materna ed è contentissima ma…finora avrà frequentato in tutto un mese…2 giorni va, 2 setttimane sta a casa ammalata, tre giorni va, una settimana no, quattro giorni sì due no ecc.

Questa è la settimana del NO, NON SI VA.

 

(p.s. inizia ad ammalarsi sempre durante i giorni di festa…eh, siamo fortunati noi!)

E son bei momenti, per dire…