BOLLANI E IO: a (birth)day with Bollani.

Le promesse vanno mantenute, così, cara Elena ti racconto brevemente il mio pomeriggio con Bollani: 5 ore con un artista eccezionale!

Io non sono una patita di jazz e neppure di classica, ma la musica mi piace, tutta.

E questo è stato uno dei più bei regali di compleanno che io abbia mai ricevuto.

Stefano (Bollani) è un gran bel personaggio: è simpatico, solare, serissimo e professionale quando suona, comico e “stupidino” quando stacca le dita dai tasti…ci si diverte tanto con Stefano, gli scambi di battuta tra lui e me non son mancati, gli scherzi, le foto con pose sciocche o particolari, le canzoni storpiate, le imitazioni…

Il momento più alto del pomeriggio è stato decisamente il momento in cui sono entrata da sola in sala registrazione e in religioso silenzio ho ascolatato 5 brani seduta dietro Stefano: poter vedere le dita che sfioravano il piano, si incrociavano, correvano veloci…beh, è stata un’esperienza esaltante avere Bollani tutto per me!

“Ma lo sai che sei stato il mio regalo di compleanno” gli ho detto durante una pausa.

“Ah, sì? E ti sono costato tanto?” ha chiesto.

“Quasi come un tuo concerto” ho risposto. Ha sorriso e poi mi ha fatto gli auguri, baciandomi le guance.

Ecco.

Mi fermo qui.

Che ne dici Elena?

(ok, ok ti posterò anche una foto…)