Pharmacysta III

Posted by admin - November 10, 2006

sono
TRECENTOTRENTATREVRI
ah,
ma lei
vuole il generico
da dodici e cinquanta,
capisco,
l’adoperava sempre
anche il povero
Busnazzi

In:

  1. aitan says:

    la terza
    è la migliore,
    sintetica,
    agghiacciante

  2. LvceLvnare says:

    il climax da Pharmacysta I a Pharmacysta III è quasi devastante.
    ps povero povero povero Busnazzi

  3. Zelig says:

    Una prece per Busnazzi e un vaffa al pharmacysta!!! 😀

  4. brullo nulla says:

    ah, ma io il Busnazzi lo conoscevo, l’INCAVTO.
    eh si, qual tragoedia.
    certo, anche lui, quel TACCAGNO.

  5. Te lo ricordi, il povero Busnazzi?
    O non l’hanno arrotato?
    E mavanzava anche DUAULIN.

  6. Sydbarrett76 says:

    Proeta, le porgo i miei sentiti coNplimenti, questo trYttico di coNponimenti potrebbe aspirare chennesò, a vincere premi importanti come la coppa Prozac alla sagra del tic di Randellate sul Membro (CRU)

  7. Sydbarrett76 says:

    questo trYttico di coNponimneti potrebbe valerle chessò, la coppa Prozac alla sagra del tic di Fermo, o persino una manata di pastiglioni di tachipirina, come premio alla sva arte… 🙂

  8. il Proeta says:

    Caro Sydbarrett, grazie del commento, benché DVPLICATO.

    MT: il Busnazzi, se ricorda, non fu affatto arrotato bensì defvnse per indigestione alla LKMVII Sagra del Cane Randagio E Presumibilmente Idrofobo Adescato Con Una Scusa Nel Cortile E Servito Macinato A Crudo Sulle Pappardelle Un Piatto Trentasei Euri Vino E Parmigiano Si Pagano A Parte.

  9. brullo nulla says:

    no, vabbè, si figuri, però mi han detto che Busnazzi, brav’uomo, forse ma, mi ha detto una cognata, era NEGRO, no, per dire, ecco.

  10. Caro Proeta, mi pare passai da quella Sagra, ma non mi fermai perche’ – come precisa il sempre prezioso Brullo – mi pareva servissero NEGRI.
    Ibboja.

  11. grazitaly says:

    Non era povero il Busnazzi !

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *