Scialoja

Posted by admin - December 4, 2006

Depheca l’alàno
Ai pie’ del platàno;
distratto, non vedo
e all’oNbra mi siedo

In:

  1. greenwich says:

    che sya nera cacca
    ciò che tal puzzo spacca?

  2. LvceLvnare says:

    e la macchia verrà mai via
    se la porto in lavanderya?

  3. greenwich says:

    che ci voglia lo sbjancante
    per la macchia persystente?

  4. regulus21 says:

    Non scordar: l’alano ha l’ano.

  5. sestia says:

    Capisco il disagyo,
    ma tu, caro amico,
    dovevi intuirlo
    che sotto il platàno
    defeca l’alano.

  6. Sydbarrett76 says:

    però devi esser grato
    che l’alano ha dephecato
    se ciavevi meno cvlo
    ciavevacacato un mvlo…

  7. Uyulala says:

    Basta, mi arrendo. Son 24 ore che cerco dei versi decenti nei meandri delle mie sinapsi, ma proprio non posso misurarmi!!!

  8. milo says:

    ma che, son l’unica a non aver capito il tytolo?

  9. pietro says:

    Toti Scialoja 1914-1998 pittore e poeta
    http://www.riflessioni.it/enciclopedia/scialoja.htm

    Sotto un cespo di rose scarlatte

    offre il rospo tè caldo con latte.

    Sotto un cespo di rose paonazze

    tocca al rospo sciacquare le tazze.

    Se l’ape apatica

    posa una natica

    sul fior del cardo

    diventa un dardo

    Ussignur, leggete Scialoja, è il vate della poesia per bambini.

  10. Il Proeta says:

    Mille grazie, o ill.mo Pietro (e voialtri, barbaracci, leggere qualcosaltro a parte l’oroscopo, no?).

    saluti

    il Proeta

  11. Sydbarrett76 says:

    noi si legge solo le istruzioni del vinavil da snYffo, e Lei dovrebbe saperlo, caro Proeta

  12. GazzosaDiacciaMarmata...per l'amici GDM, pe' nemici anche. says:

    “Scialoja 2” – reloaded

    Sul stronzolo prono
    seduto ormai sono
    Feroce è lo smacco
    urge il contrattacco
    Lo attendo smerdato
    il can che ha cacato
    Pregusto vendetta
    caricando il Beretta

  13. GazzosaDiacciaMarmata...per l'amici GDM, pe' nemici anche. says:

    unsoppiùdovhomessolechiavieppurelavevovì

  14. blog says:

    Fincipit

    eiochemipensavo si è inventato i fincipit. E il meme dilaga per la rete. Mi unisco al coro con un approccio, direi, minimale: Stai per cominciare a leggere il nuovo romanzo “Se una notte d’inverno un viaggiatore avesse freddo”. (By t…

  15. Webby says:

    Domani telefono alla mi’nonna Gina* e mi faccio fa’ la rima…poi te la scrivo…

    Grazie delle risate, o proeta…

    La sig.ra Gina ha 85 anni ma sovente improvvisa in rima ottava non disdegnando argomenti (assai) scurrili…

  16. ico says:

    titubante nel scriver mi dissi “suvvia,
    io non gnosco le norme di codesta proesia”!
    e nel cercar riparo in questo suo loco
    m’afflissi nel scoprir
    chenoncenientechespieghistisbellicosiversiepersonaggi..

    a quando un “sarò proeta”?

    riverisco

  17. Lvcca says:

    Con la presente epystola vorrei innanzitvtto coNplimentarmi con colui che adopra chiamarsi Proeta. Come avrà capito la Proesia è una cosa che solo pochi eletty et privylegiati possono, oltre che coNprendere, anche apprezzare, io mi ritengo appartenere a tale cerchya.
    Vista l’atmosfera N(n)atalizia vi propongo di seguito un mio coNponimento. Al solo pensiero che verrà letto dal Proeta mi rieNpio di gavdio.

    _______________________

    Rycordi di Natale

    Era ottimo

    disse

    e po’ recette anco l’occhi

    _______________________

    Solo su richiesta degli stolty lettori di qvesto loco mi prodvrrò in una esegesi di tale càrme.
    Ringrazio il Proeta per lo spazio e il teNpo che mi ha concesso.
    E per qvello che mi vorrà concedere.

  18. Il Bybliotecario says:

    Caro Lvcca,
    ecco, bravo, spiègacelo che noi non ci s’è capito una sega nulla.

    Nel fratteNpo rivolgo un appello ai numerosi dyscepoli del Maestro Sardelli che popolano questo spazio web: che fine ha fatto il Proeta? Parmi che dileguossi.
    Peccato, perché avevo una nuova interessante proesia da sottoporgli. Intanto mi contenterò di sottoporla a vojaltre testine a pynolo, e di sondare le reazioni.

    ===============
    Tytolo: DYLEMMI DEL CUORE.

    Aiutami, o caro amico:
    un dubbio m’attanaglia.
    M’innamorai di dve fanciulle
    e di decidermi fra esse non mi giovo.
    Quale dovrei scegliere?
    Chiara è dolce,
    carina, syNpatica,
    premvrosa e spyritosa.
    Khawal è ancor più bella,
    un corpo mozzafiato,
    balla bene,
    è esvberante ed affettuosa,
    insomma sarebbe perfetta
    se non fosse
    che è
    NEGRA.
    ===============

  19. Il Proeta says:

    Cari Amici,

    apprezzo oltremodo ché vi cimentiate in questa sede nella svblyme arte. Grazie a tutti.

    A chi ha chiesto un ‘Manifesto’ della Proesia non posso far altro che rimandare al SYTO del Vernacoliere, tramite il quale potrà aq acc coNprare a modyco prezzo il volume ‘Proesie’, edito per l’appunto dall’Eccellentissimo F. M. Sardelli, a margine del quale potrà per l’appunto trovare alcune basilari indicazioni per symil cimento letterario.

    E perdonate qualche giornino di latitanza, ché qui si ha pure altro da fare, eh.

    Vostro,
    Proeta

  20. Il Bybliotecario says:

    Gentyle Proeta,
    la ringrazio a nome di tutta l’vtenza dei questo commentarivm per i sagaci consigli or ora elargitici (peraltro nel mio caso inutili, giacché una copia del preziosissimo volume del Maestro è gelosamente cvstodita da teNpo immemore nella mia lybreria). Ne approfitto per scusarmi per l’impazienza e la petvlanza con la quale ho sollecytato il suo intervento, ben conscio che il suo “altro da fare” (*) ha la massima priorità rispetto al (vano) tentativo di elevazione spirituale di questa massa di lazzaroni che non ha altro trastvllo che bighellonare nei siti web.

    (*) Per “altro da fare” s’intende sicuramente il paziente lavoro di mvratvra che consiste nello scoppiare ravdi serpentoni a ripetizione nella parete dello spogliatoio maschile della palestra, onde aprire uno spyraglio abbastanza largo da poter sbyrciare in quello femminyle. Pvrtroppo accadde che appena terminata l’opra, accostato l’occhio all’apertvra per il suo collavdo, il provetto artigiano scopri’ di aver scelto il momento sbagliato, essendo lo spogliatojo occvpato dalla squadra di lanciatrici di peso bielorvsse la cui dieta abituale, com’è noto, consiste di arrosto di hyppopotamo agli steroidi e zabajone di uova di ramarro e testosterone. Lo spettacolo di tale montagna di mvscoli ipertrofici in luogo delle attese puppe e cvli fu fatale al nostro Proeta, che rigettò repente la colazione di lenticchie e salamandre vive testé ingeryta.

  21. Il Proeta says:

    O Bybliotecario, lei mi fa rider. Assai.

  22. ANCH’IO… ANCH’IO… eccoqquà

    L’Ultimo Peto di Zaffo

    Cacammo.
    Il lezzo* indegno in aere sparso^
    rifuggirà l’ignudo culo al bYdet.

    Note:
    * l’ed. orig. reca “feto” ma qui si adotta “lezzo” che fa più koiné. Del resto non tutti hanno studiato a Bari. Comunque, per i più Qriosi, “feto” deriva da “fetore” e il resto è lasciato al volenteroso lettore…

    ^ costruisci e intendi: abl. ass.

  23. Sicche’ son pigro e riottoso di natura, mi limito a mettere il lin… lincz… il collegamento.

    http://midnight-talker.it/index.php/2006/12/18/tell-me/

    Godere.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *