Grazia #4: GRAZYA

Posted by admin - April 10, 2007

Volgendo oLmai al termyne l’esperienza del Vostro Amatissimo sul SYTO del noto settimanale di caz femmynee fryvolezze, ho ritenuto opportuno approntare una giojosa copertina per dare il giusto risalto ad alcune notizie & rvbriche colpevolmente sottaciute ma meritevoli, a Mio parere, di aNpio risalto.

In:

  1. regulus21 says:

    AHAHAHAHAHAH! Sciapò! E’ bellissima!

  2. limone says:

    caz.. però! sembra vera!
    se non fosse per quel ‘PVPPA’ che si legge fino fino a fine pagina…

  3. severine says:

    Ma certo, PVPPA, la marca dei TRVCCHI.

  4. Sydbarrett76 says:

    Proeta, Lei è genio e noi la amiamo anche da questa valle di lacrYme…

  5. Sel says:

    Già il fatto che l’acidone sia venuto fino qua per commentare la dice lunga…

  6. Sel says:

    Oh, cristo, sono finita involontariamente e indirettamente sul blog di Grazya?

  7. limone says:

    ci sarebbe l’acidone? io per caso? basta non stizzarmi 🙂

  8. limone says:

    il ‘ci’ di sopra vale un ‘chi’
    In realtà, ho iniziato qui a commentare, giurando che non mi sarei registrato nel blog di Grazia. Sul Proeta mantengo scetticismi anche se la livornesità che mi appartiene dalla nascita me lo pone in ottima luce.

  9. Sel says:

    stizzare/strizzare … che sYmpatico lapi no, lapo NO, lapsi no, ERRORE ecco.

    Non so te, ma io il Proeta non lo conosco (nel senso che non lo si frequenta al di là di un paio di commenti ai suoi post e un paio di foto di ‘Y’ aliene che glli ho mandato) ma ho letto tutto quello che ha pubblicato e ti posso dire che era un bel pezzo che non lacrimavo per il tanto ridere. Anche e soprattutto per l’ironia e l’intelligenza che infila nelle sue Proesie.

  10. il Proeta says:

    Limone, Lei qui sarà sempre il benvenuto, non era certo Mia intenzione additarla a blasfemo né cagionarle critiche: lo scetticismo è lecito, vorrei ben vedere (Sel, Lei esagera, al PVLYTZER ancora non aNbisco, ma in futuro chissà). Non ho tuttavia capito se il Suo scetticismo è dovuto all’immodesta pretesa (che peraltro non ho mai nascosto) di voler imitare il maestro Sardelli, oppure se è proprio il meccanismo delle Proesie a non andarLe particolarmente a genio.

    Con styma.

  11. Sel says:

    Proeta, scherzi a parte. Non è questione di esagerazione, ho veramente riso fino alle lacrime e fortuna volle ch’io fossi in ufficio da sola quel giorno, altresì non avrei saputo come spiegare la situazione.
    Non è che me ne viene in tasca niente, eh..

  12. Ginestroni says:

    Fossero tutte così le copertine le edYcole diventerebbero meta di orde di turisti giapponesi ridenti (Yattus turistus ridens) di cui gaudioso sare la fiera guida.

    Federico

  13. limone says:

    Grande Proeta, alcune sue ispirazioni mi garbano un casino, certe (s)forzature mi irritan’un poco. Laddove non colsi l’ironia. Sciatica a parte.

  14. WebbYnet says:

    Per questa copertina ci vuola una vescica corazzata…già l’età mi è sfavorevole…meno male che vendo padelle, cateteri e sacche da gamba…!
    🙂 Samy (con la Y)

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *